Inter, sirene inglesi per una freccia nerazzurra: le ultime

Marotta deve definire le strategie di mercato dell'Inter
Marotta (GettyImages)

Young potrebbe lasciare l’Inter in estate e trasferirsi al Watford: il laterale inglese è in scadenza tra un mese e non sembra nei piani

La vittoria anticipata dello scudetto concederà all’Inter maggiore tempo per programmare la prossima stagione, quella che dovrà essere della riconferma dopo quanto compiuto in questa stagione. Le strategie di mercato nerazzurre si affineranno nei prossimi giorni ma alcune sembrano già chiare. Come ad esempio che Ashley Young, che ha perso terreno nelle gerarchie di Antonio Conte. Il laterale è stato scavalcato da Matteo Darmian, adattato nella posizione di laterale sinistro, e Ivan Perisic durante l’ultimo tratto di questo campionato. Come riporta “Sky Sport”, il 36enne potrebbe fare ritorno in Premier League nell’eventualità di un mancato rinnovo di contratto, che sembra abbastanza nell’aria visto ciò che è accaduto recentemente.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Young potrebbe tornare in Premier League: c'è il Watford su di lui
Ashley Young (GettyImages)

Inter, Young potrebbe lasciare: per lui c’è il Watford della famiglia Pozzo

Il laterale mancino trentaseienne è in scadenza di contratto fra poco più di un mese. Le possibilità che possa restare all’Inter anche nella prossima stagione non appaiono molte. Il calciatore, come riferisce “Sky Sport”, potrebbe fare ritorno in Inghilterra, dove ad attenderlo ci sarebbe il Watford, club appartenuto alla famiglia Pozzo, proprietaria anche dell’Udinese. La compagine, dopo la retrocessione in Championship dello scorso campionato, ha già ottenuto la certezza matematica del ritorno in Premier League a fine aprile. Young potrebbe dunque continuare lì la sua carriera. La trattativa sarebbe già stata avviata. La compagine londinese lo prenderebbe a parametro zero.

LEGGI ANCHE >>> “Neanche da Europa League”: l’ex Juventus ne boccia quattro (più Dybala)

Young arrivò in Italia a metà gennaio 2020. L’Inter lo prelevò dal Manchester United per una cifra inferiore ai 2 milioni di euro. Il cursore mancino nella passata stagione ha assaporato la delusione della sconfitta nella finale di Europa League ma si è rifatto quest’anno con la vittoria in campionato.