“Neanche da Europa League”: l’ex Juventus ne boccia quattro (più Dybala)

Andrea Pirlo
Andrea Pirlo (Getty Images)

La Juventus vince contro l’Udinese ma fornisce una prestazione decisamente sottotono: l’ex bianconero critica pesantemente la squadra di Pirlo

Vince la Juventus contro l’Udinese ma non si può dire certo che convince. Praticamente sotto per tutta la gara, la squadra di Pirlo riesce a ribaltarla nei minuti finali grazie ad un rigore di Ronaldo e ad un colpo di testa dello stesso portoghese con la complicità di Scuffet. Troppo poco per far dormire sonni tranquilli ai bianconeri in vista dello sprint Champions. Appaiata al secondo posto con Atalanta e Milan, la Juventus deve ritrovare se stessa per non perdere il treno che porta alla partecipazione alla massima competizione europea. Napoli e Lazio sono in agguato alle spalle e le performance dei bianconeri non tranquillizzano i tifosi: tutti sul banco degli imputati, da Pirlo allo stesso Ronaldo, un fantasma prima del doppio lampo finale. Basterà per conquistare un piazzamento nella top 4?

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Abbraccio Ronaldo Pirlo Danilo
Abbraccio Ronaldo Pirlo e Danilo (Getty Images)

Juventus, Mauro: “Centrocampo neanche da Europa League”

Le difficoltà della Juventus sono analizzate dalle colonne di ‘La Repubblica’ dall’ex bianconero Massimo Mauro. L’ex centrocampista, dopo aver elogiato Ronaldo che alla Dacia Arena si è comportato da leader, si scaglia contro Pirlo. L’allenatore è nel mirino al pari di Dybala: “Non capisco perché gli dia fiducia – scrive Mauro -: va mandato in panchina e a fine stagione decidere il da farsi”. Questo perché la Joya secondo l’ex calciatore “non è in condizione fisica e mentale di giocare”.

LEGGI ANCHE >>> Il milanista Ancelotti dà un dispiacere a Juventus e Inter

Dybala bocciato, così come il centrocampo schierato ieri dall’allenatore della Juventus. “Non è neanche da Europa League” dice Mauro riferendosi al quartetto composto da McKennie, Bentancur, Bernandeschi e Cuadrado. Toccherà però proprio a loro, insieme a Pirlo e al resto della squadra, far sì che la Juventus il prossimo anno possa giocare la Champions League.