Juve, Buffon guarda al futuro: presa una decisione importante

Gianluigi Buffon sorridente
Gianluigi Buffon (Getty Images)

Gianluigi Buffon pare abbia preso una decisione importante riguardo il proprio futuro. Cosa farà il portiere al termine della stagione?

Cosa farà Gianluigi Buffon una volta terminata la stagione? Difficile dirlo ad oggi, visto che mancano ancora diverse partite al termine del campionato, senza considerare la finale di Coppa Italia che vedrà di fronte i bianconeri e l’Atalanta. Insomma, dopo aver scritto pagine importanti nella storia della Vecchia Signora, e di essere anche tornato dopo la parentesi al Paris Saint Germain, per Buffon potrebbe essere davvero arrivato il tempo dei saluti.

Pensare che possa restare ancora a Torino è plausibile ma forse poco probabile. Il portiere bianconero, infatti, è ormai arrivato al limite della sua carriera e potrebbe davvero essere giunto il momento dell’ultimo contratto della sua vita. E proprio su questo potrebbe puntare Buffon, magari aspirando ad un’ultima avventura calcistica degna di nota, magari anche economicamente appagante.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gianluigi Buffon durante il riscaldamento
Gianluigi Buffon (Getty Images)

Buffon, decisione importante presa sul futuro

E cosi proprio il portiere bianconero da qui a poche settimane deciderà cosa fare del suo futuro. Pare che lo stesso Buffon abbia ormai deciso una deadline entro la quale guardarsi attorno e capire cosa fare.

Leggi anche >>> Juve, Kulusevski senza filtri: lo svedese esce allo scoperto

Secondo quanto riportato da Tuttosport, infatti, l’estremo difensore classe ’78 avrebbe individuato la finale di Coppa Italia come ultimo baluardo prima della scelta definitiva. Insomma, il tutto si sposta di 12 giorni nel futuro, questo è il tempo che Buffon si è concesso per decidere.

Ci sono, va detto, diversi club che stanno letteralmente corteggiando Buffon. Atalanta, Genoa e Parma in Italia, ma anche Olympiacos, Eintracht Francoforte, Sporting Lisbona, Galatasaray e Dynamo Kiev oltre i confini nazionali. Da qui, ovviamente, una vasta gamma di opportunità ma anhce una difficoltà evidente nell’andare a seguire quella che dovrebbe essere la strada giusta.