Superlega, c’è l’annuncio della UEFA: la Juventus è nei guai

Logo Uefa
Uefa (Getty Images)

Dopo il caos Superlega, l’Uefa è pronta a ‘reintegrare’ i nove club che hanno fatto ammenda. Resta fuori la Juventus.

Il crollo della Superlega ha tenuto banco per divere settimane. Un fenomeno che diventerà probabilmente un vero e proprio oggetto di studio, soprattutto sotto il punto di vista della comunicazione. Dopo l’annuncio da parte dei club coinvolti, in poche ore è crollato come un castello di sabbia tutto quello che era stato evidentemente organizzato nei mesi precedenti, con Juventus e Real Madrid prime organizzatrici.

Insomma, una macchina che si è fermata ancor prima di partire, e che di sicuro lascerà conseguenze molto forti all’interno del panorama calcistico mondiale. L’Uefa ha preso fin da subito posizione. L’ho ha fatto anche ponendo in essere minacce molto forti nei confronti dei club che si erano detti pronti a lasciare la Champions League e le altre competizioni, in funzione di una partecipazione alla Superlega.

E cosi proprio l’Uefa ha preso nuovamente posizione, incalzando la mano e diramando un comunicato che sembra una sorta di statuto per il reintegro di ben nove club all’interno della famiglia Uefa. Il tutto volto, spiega il comunicato dell’organo sportivo, ad un clima di collaborazione e riconciliazione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Striscione Uefa
Uefa (Getty Images)

Superlega, l’Uefa ‘reintegra’ nove club: out la Juve

E cosi un altro episodio importante (ed ufficiale) di questa storia è andato in scena proprio in questo minuti. L’Uefa, come detto, ha annunciato il reintegro di ben nove club con una ‘Dichiarazione di impegno dei club‘, che hanno evidentemente accettato di sottoscrivere pe una questione di tutela per tutti.

Tra le note principali c’è la somma di 100 milioni di euro da pagare in caso di nuova competizione non autorizzata (dall’Uefa, ovviamente). Ma ancora i nove club saranno soggetti alla trattenuta del 5% dei ricavi che avrebbero ricevuto dalle competizioni UEFA per club per una stagione, ed il tutto verrà ridistribuito.

Il rientro nell’Eca che viene definito nel comunicato “unico organo di rappresentanza per i club riconosciuto dalla Uefa”. Poi ancora una donazione per un totale di 15 milioni di euro, da utilizzare a beneficio di bambini e giovani del calcio nelle comunità locali di tutta Europa, incluso il Regno Unito.

Leggi anche >>> Juve, Kulusevski senza filtri: lo svedese esce allo scoperto

L’Uefa minaccia sanzioni per i tre ancora fuori

Insomma, un reintegro con tanto di modalità che sembrano delle vere e proprie sanzioni, mascherate ovviamente all’interno di un clima ci pacifica risoluzione. Tra i nove club c’è anche il Milan, che dunque pare si sia ufficialmente tirato fuori dalla questione Superlega, come non sembra inizialmente. Con i rossoneri sono citati anche anche, Arsenal, Chelsea, Atlético Madrid, Inter, Liverpool, Manchester City, Manchester United e Tottenham.

E proprio nella parte finale del comunicato appare anche una parte dedicata ai tre club che sono, invece, rimasti legati all’idea della Superlega: Juventus, Real Madrid e Barcellona. Proprio per questi, infatti, l’Uefa “si riserva tutti i diritti di intraprendere qualsiasi azione ritenga opportuna”. “La questione sarà prontamente deferita agli organi disciplinari UEFA competenti”, termina il comunicato ufficiale.