Il Manchester United ad Old Trafford ha paura dei propri tifosi

Manchester United Liverpool protesta tifosi
proteste tifosi Manchester United (Getty Images)

Il Manchester United oggi ci riprova, affronta il Liverpool nel replay della gara non giocata il 2 maggio scorso a causa delle proteste dei tifosi.

I tifosi dei Red Devils protestano contro la proprietà, i Glazer sono dal 2005 alla guida del club ma l’empatia non c’è mai stata. Ai magnati americani, accusati anche di non farsi mai vedere ad Old Trafford, viene contestato un approccio legato in maniera eccessiva al business.

In questa stagione la tensione è cresciuta anche per l’adesione del Manchester United alla Superlega, poi ritirata come hanno fatto tutti i club inglesi coinvolti lo scorso 21 aprile, anche a causa della reazione dei tifosi.

Il Manchester United, in vista della gara di stasera contro il Liverpool, ha paura dei propri tifosi, di possibili attacchi al pullman o in albergo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

tifosi del Manchester United protestano
tifosi del Manchester United protestano (Getty Images)

Il Manchester United teme attacchi al pullman e all’hotel

L’edizione odierna del Daily Telegraph racconta il clima in casa Manchester United a poche ore dalla sfida di stasera contro il Liverpool. La squadra di Solskjaer è seconda in classifica alle spalle del City campione d’Inghilterra, ha la certezza aritmetica d’entrare nelle prime quattro, è in finale di Europa League contro il Villarreal.

Il Liverpool, invece, deve sbancare Old Trafford per continuare a sperare di fare il sorpasso all’ultima curva ad una tra Chelsea e Leicester e partecipare così alla prossima Champions League.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, ecco chi possono rubarti Manchester United e Bayern Monaco

Klopp ha contestato alla vigilia il calendario scelto dalla Premier League, criticando le tre partite in cinque giorni che deve affrontare il Liverpool. Parole che non vuole far diventare alibi per i suoi giocatori: “Se non andremo in Champions League, è per i nostri errori”

Lo United è in tensione per stasera più per motivi ambientali che per la causa sportiva. Si teme che si ripeta quanto accaduto il 2 maggio. Nell’ultima gara contro il Leicester persa 2-1, è stato cambiato il piano per l’arrivo allo stadio.

Il piano di sicurezza è stato rafforzato, l’attenzione massima è rivolta alla protezione dell’albergo in cui alloggia la squadra e al momento in cui il bus arriva nel parcheggio di Old Trafford.