Ibrahimovic corona un altro sogno, il ginocchio lo assiste

Ibrahimovic a terra per infortunio
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic ha terminato il suo campionato, non rientrerà neanche a Bergamo all’ultima giornata ma all’Europeo ci sarà.

Stamane il campione svedese si è sottoposto al consulto per il problema al ginocchio sinistro che l’ha costretto a lasciare il campo sullo 0-1 contro la Juventus.

L’infortunio c’è, sono stati riscontrati dei problemi alla cartilagine ma la situazione è meno grave rispetto alle peggiori previsioni. Ibra avrà bisogno di tre settimane per recuperare, quindi all’Europeo con la Svezia ci sarà.

Ibra è stato visitato dal dott. Musahl che fa parte dell’equipe che lo operò dopo la rottura del crociato rimediata nel 2017 durante Manchester United-Anderlecht.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ibrahimovic riscaldamento con la Svezia
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Ibrahimovic è tornato in Nazionale dopo quattro anni e mezzo

Il contributo di Ibrahimovic al Milan per questo campionato è finito allo Stadium contro la Juventus. Considerando tutte le competizioni, Ibra ha regalato ai rossoneri di Pioli 17 gol e 3 assist.

I pensieri ora vanno sulla Nazionale svedese e sulla voglia di giocare gli Europei dal prossimo 11 giugno.

Zlatan Ibrahimovic lo scorso marzo è tornato in Nazionale dopo quattro anni e mezzo, la sua ultima apparizione era avvenuta proprio agli Europei del 2016.

Ibra durante il girone eliminatorio incrociò anche l’Italia di Conte che vinse 1-0 con un gol di Eder. Dagli Europei agli Europei, Ibrahimovic, che il prossimo 3 ottobre compirà 40 anni, riesce ancora a coronare i suoi sogni.

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Ibrahimovic, nessuna buona notizia: le parole di Pioli

Ibra è tornato in Nazionale a marzo, con le gare contro Georgia e Kosovo, valide per la qualificazione ai Mondiali. Il prossimo appuntamento è tenere a bada il ginocchio e volare poi all’Europeo, dove è pronto a prendersi il ruolo di chioccia dello spogliatoio.

Kulusevski della Juventus anche lo scorso gennaio ha invocato il suo ritorno, il talento ventunenne gli ha chiesto di tornare in Nazionale definendolo un idolo che con le sue parole di stima lo spinge a lavorare di più.

La Svezia nel proprio girone agli Europei affronterà la Polonia, la Slovacchia e la Spagna. Per la sua Nazionale anche la leadership di Ibrahimovic, come avvenuto al Milan, può rivelarsi un ottimo alleato per il gruppo guidato dal ct Andersson.