Milan, quanti piani condizionati dalla qualificazione in Champions

Maldini e Tare
Paolo Maldini (Getty Images)

Per il Milan ballano 40 milioni legati alla Champions: congelati i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu e il riscatto di Tomori. Idea Giroud

La qualificazione alla prossima Champions League è stata messa pesantemente a repentaglio dal pareggio a reti inviolate con il Cagliari. Ora il Milan dovrà necessariamente battere l’Atalanta se non vuole ritrovarsi sbattuto fuori dall’Europa che conta. Un particolare che farà tutta la differenza del mondo. In palio ci sono svariati milioni di euro di differenza e la dirigenza rossonera è consapevole del fatto che, a questo punto, bisognerà aspettare il 23 maggio per compiere riflessioni più approfondite. In ballo ci sono 40 milioni. Malgrado ciò, Elliott compirà degli investimenti sul mercato per rinforzare la squadra.

Il Milan andrà avanti con Stefano Pioli, a prescindere dall’esito della sfida di domenica contro i bergamaschi. Come spiega il “Corriere dello Sport”, anche la mancata qualificazione in Champions non cambierebbe i giudizi sul lavoro svolto dal tecnico, capace di raggiungere 76 punti e rimanere in lizza fino alla fine con una rosa meno preparata e attrezzata rispetto a quei club che lavorano al raggiungimento di questo obiettivo da un numero di anni superiori.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Maldini e Donnarumma parlano prima di una gara del Milan
Maldini e Donnarumma (Getty Images)

Milan, da Donnarumma e Calhanoglu al riscatto di Tomori e l’ipotesi Giroud: tutto ciò che è legato alla Champions

Il futuro o meno in Champions condiziona pure i rinnovi di Gigio Donnarumma e Hakan Calhanoglu. Soltanto dopo la sfida con l’Atalanta il discorso relativo ai contratti dei due tornerà ad essere approfondito in maniera decisa. Secondo il “Corriere dello Sport” si partirà comunque da alcune certezze: il Milan non supererà gli 8 milioni per il portiere e i 4 per il trequartista turco.

Se non dovessero far parte della squadra dell’anno prossimo allora i rossoneri si butteranno a capofitto altrove. Per questo motivo, ad esempio, hanno bloccato il portiere del Lilla Mike Maignan.

Gli effetti di una mancata qualificazione in Champions potrebbero pesare pure sul riscatto di Tomori. Il difensore ha convinto la dirigenza dopo il suo arrivo a gennaio dal Chelsea. Con Real Madrid e Manchester United, poi, saranno trattati i prestiti di Brahim Diaz e Diogo Dalot.

E per l’attacco è emerso il nome di Olivier Giroud. L’attaccante francese potrebbe arrivare a parametro zero dal Chelsea, affiancando Zlatan Ibrahimovic. Al transalpino sono interessate pure Inter e Lazio.

LEGGI ANCHE >>> “Io so chi è Ciro Immobile”: risposta al veleno di Urbano Cairo

Un occhio attento continuerà ad essere prestato ai giovani. Non a caso si segue con attenzione Amine Adli del Tolosa, giovane attaccante esterno legato ai francesi fino al 2022.