Lo scambio di panchine che può lasciare a mani vuote la Juventus

Il vicepresidente della Juventus Nedved
Nedved (Getty Images)

Domenica si chiude la stagione e parte il valzer delle panchine: uno scambio tra allenatori può indirizzare le scelte anche della Juventus

Non è ancora il momento di dare il via alle danze. C’è l’ultima giornata da giocare, decisiva per la lotta Champions. Domenica sera due tra Milan, Napoli e Juventus festeggeranno l’accesso alla competizione europea più importante, l’altra si leccherà le ferite. Il triplice fischio poi darà il via al valzer delle panchine. Juventus, Milan, Napoli, ma anche Lazio e ancora Fiorentina, Sassuolo, Torino, lasciando da parte ovviamente l’Inter campione, con il futuro di Conte legato ai conti e non ai risultati. Cosa accadrà tra quattro giorni? Previsioni è difficile farne perché molto dipenderà da quel che accadrà nell’ultimo turno di campionato. Ma intanto prende corpo uno scambio di panchine che vedrebbe interessata anche la Juventus. I nomi sono quelli di Simone Inzaghi e Gennaro Gattuso. Per il primo il rinnovo sembrava cosa fatta ed invece ora le riflessioni sono in corso e l’addio non è ipotesi remota. Quasi certo quello di Gattuso al Napoli: il tecnico calabrese sta prendendo tempo con le pretendenti (Fiorentina su tutte), magari in attesa della chiamata proprio della Juve.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gattuso e Inzaghi
Simone Inzaghi e Gennaro Gattuso (Getty Images)

Lazio e Napoli pensano allo scambio in panchina: Juventus spettatrice

Inzaghi e Gattuso però potrebbero finire per scambiarsi le panchine. La stima di Lotito per Gattuso è nota, così come l’apprezzamento di De Laurentiis per l’allenatore della Lazio. Se l’ipotesi scambio diventasse realtà, ecco che la Juventus perderebbe in un solo colpo due potenziali candidati alla panchina di Pirlo.

LEGGI ANCHE >>> L’esultanza di Cristiano Ronaldo che spiazza tutti

Già Pirlo, che con la vittoria in Coppa Italia vede all’orizzonte anche la possibilità di essere confermato. Centrasse anche la Champions, le sue quotazioni si rialzerebbero in maniera netta. Ma serve il verdetto del campo: solo dopo può partire il valzer degli allenatori.