Lo juventino Moncalvo: “Le nostre vittorie sporche, sono rattristato”

Esultanza Juventus
Juventus (Getty Images)

Gigi Moncalvo, giornalista e tifoso della Juventus, a Radio Punto Nuovo ha commentato la vittoria dei bianconeri della Coppa Italia.

La Juventus ha battuto ieri sera 1-2 l’Atalanta con le reti di Kulusevski e Chiesa ed ha vinto la sua quattordicesima Coppa Italia. I bianconeri, dopo una stagione caratterizzata da risultati poco convincenti, hanno festeggiato tanto la vittoria del trofeo e domenica si giocheranno la qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Anche ieri sera, dopo quelle di Juventus-Inter di sabato scorso, ci sono state delle polemiche per le scelte arbitrali di Massa. Gli episodi sotto la lente d’ingrandimento sono il presunto fallo di rigore Rabiot su Pessina e il presunto fallo di Cuadrado ai danni di Gosens sull’azione del gol di Kulusevski.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pirlo applaude
Andrea Pirlo (Getty Images)

Il pensiero di Moncalvo

Il giornalista, e tifoso della Juventus, Gigi Moncalvo ha rilasciato queste dichiarazioni a ‘Radio Punto Nuovo’: “Sono triste, da tifoso bianconero, perché tutte le nostre vittorie sono sempre e piene di polemiche. Andrea Agnelli e Pirlo? Sono dispiaciuto perché la vittoria della Coppa Italia li farà rimanere”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Pirlo verso la conferma: come cambia il mercato

Moncalvo ha poi concluso l’intervista: “Qualificazione Champions? I soldi sono il motore trainante del calcio: se il Milan dovesse battere l’Atalanta, la Juve perderebbe 50 milioni, e i bergamaschi arriverebbero quarti, perdendo 5 milioni. Ieri dovevano essere espulsi sia Cuadrado che Bonucci. Il centrale doveva essere allontanato dal quarto uomo per gli insulti a Romero. Mi vergogno per questa stagione della Juventus”.