Chi va in Champions se… Tutte le combinazioni per Juve, Milan e Napoli

Lozano affronta un duello con Chiesa
Lozano e Chiesa (Getty Images)

Saranno novanta minuti di fuoco, all’insegna delle emozioni stasera nell’ultimo turno di campionato per la lotta che vale la Champions League.

Juventus, Milan e Napoli sono in battaglia, una resterà fuori dalla prossima edizione della Champions League.

La Juventus rischia più di tutti perché non è padrone del proprio destino, non basta una vittoria a Bologna per confermarsi nell’Europa che conta.

I bianconeri dovranno sperare in un passo falso di una tra Napoli e Milan per strappare in extremis l’approdo tra le prime quattro della classifica.

La squadra di Pirlo va in Champions se batte il Bologna e almeno una tra Napoli e Milan non vince. La Juventus ha portato a casa solo 13 punti nelle ultime sette giornate, è dietro Atalanta e Milan anche nella battaglia per gli scontri diretti, col Napoli è in parità ma in svantaggio riguardo alla differenza reti (+45 il Napoli, +36 la Juventus).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Krunic e Kulusevski vanno a contrasto
Krunic e Kulusevski (Getty Images)

Champions League, la classifica avulsa deciderebbe l’arrivo a pari punti

Nelle combinazioni c’è anche uno scenario particolare: l’arrivo di Juventus, Milan e Napoli a pari punti. Si verificherà se Milan e Napoli dovessero perdere contro Atalanta e Verona e la Juventus pareggiare a Bologna.

I parametri per definire la classifica avulsa sono cinque: punti negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, differenza reti generale, numero di reti totalizzate in generale, sorteggio.

LEGGI ANCHE >>> Le parole di Pirlo sul futuro suo e di Ronaldo alla Juventus

In questo scenario arriverebbe la Juventus quinta in classifica, per questo motivo i bianconeri anche con un pareggio a Bologna sarebbero in ogni caso fuori dalla Champions League, al di là di qualsiasi risultato ottenuto da Napoli e Milan.

I bianconeri sono messi male negli scontri diretti, in svantaggio con l’Atalanta, che ha già ottenuto la certezza aritmetica dell’Europa che conta, con il Milan, in virtù del 3-0 dell’Allianz Stadium che ha ribaltato l’1-3 di San Siro, con il Napoli il bilancio è in parità ma la Juventus paga lo scarto nella differenza reti.

Il Milan ha il rammarico del pareggio interno contro il Cagliari e tenta la strada del colpaccio a Bergamo, Gattuso predica concentrazione per liquidare la pratica Verona, la Juventus può solo vincere e “gufare” le altre.