Scambio di panchine in Serie A: tutto parte con Juric

Juric e Pirlo si salutano in Verona-Juventus
Juric e Pirlo, Verona-Juventus (Getty Images)

Il destino delle panchine di Verona, Cagliari e Torino in Serie A potrebbe incrociarsi in un valzer al quale può dare avvio Ivan Juric, verso l’addio all’Hellas.

Claudio Ranieri ha lasciato la Sampdoria e De Zerbi il Sassuolo. Il Parma ha congedato Roberto D’Aversa, la Roma ha salutato prima di tutte Paulo Fonseca e portato nella capitale il portoghese José Mourinho. Il Napoli, invece, ha chiuso il rapporto professionale con Gattuso e ragiona sul da farsi quanto prima. Ma gli azzurri non sono l’unico club di Serie A che riflette sul prossimo allenatore. Tra cicli che si chiudono, delusioni e ambizioni che portano altrove, il campionato italiano di calcio vivrà da protagonista il prossimo mercato, innanzitutto per ciò che riguarda le guide tecniche.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Valzer di panchine in Serie A con Verona, Cagliari e Torino

Juric e Ranieri in Sampdoria-Verona
Juric e Ranieri, Sampdoria-Verona (Getty Images)

Come riferisce ‘Sport Mediaset’, raggiunto il decimo posto in classifica, Ivan Juric lascerà il Verona. Da tempo il croato è tra i tecnici più chiacchierati per l’ottima organizzazione tattica. Dal canto suo sente evidentemente di aver dato il massimo del contributo possibile ai veronesi. Da qui la possibilità che vada via alla ricerca di una nuova avventura.

LEGGI ANCHE >>> Baggio: “Lui ha salvato la mia carriera”, poi le lacrime di commozione

Da questa decisione, potrebbe partire un interessante valzer di panchine o meglio… una reazione a catena. Il Napoli stimava e seguiva Juric, tuttavia gli standard sono volti altrove, per cui all’attuale allenatore del Verona potrebbero aprirsi le porte del Cagliari. Se accettasse la destinazione, Semplici direbbe addio e da qui la possibilità Torino. Evidentemente il patron Cairo ha apprezzato come Semplici sia riuscito a riprendere la situazione dei sardi in caduta libera verso la B, destino che i granata hanno evitato per poco. Una stagione di sofferenze che non promette bene per la permanenza di Nicola.

Infine, la Sampdoria fantastica sul ritorno di Giampaolo in società, ma Massimo Ferrero e la dirigenza blucerchiata non vogliono prendere decisioni affrettate.