Juventus, Allegri vuole tutti… tranne Cristiano Ronaldo

Allegri e Ronaldo si abbracciano
Allegri e Ronaldo, Juventus (Getty Images)

Massimiliano Allegri è già pronto a indirizzare e disegnare la Juventus che ha immaginato per il futuro: priorità a Dybala e Morata, Cristiano Ronaldo in sordina. 

Come racconta ‘La Gazzetta dello Sport’, Allegri ha già le idee abbastanza chiare sul futuro da garantire alla sua Juventus. Da spettatore, il tecnico ha osservato le ultime stagioni e si è accorto del percorso intricato che ha dovuto percorrere Paulo Dybala. Il talento dell’argentino però non è assolutamente in discussione, ragion per cui parlerà presto col giocatore per ragionare sulla sua centralità in campo ma anche per discutere di rinnovo. L’idea di Allegri è quella di riportare La Joya al centro del progetto, ma per farlo dovrà aiutare l’attaccante a mettere da parte le due ultime due complicate stagioni.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Allegri lavora per Dybala e Morata, e Ronaldo?

Dybala entra in campo per il riscaldamento in Sassuolo-Juventus
Paulo Dybala, Juventus (Getty Images)

Con Pirlo, anche a causa degli infortuni, Dybala è stato spesso fuori per cui dovrà recuperare agonismo e tempi. Allegri però non ha dubbi: sarà inamovibile, a prescindere dalla posizione che occuperà Cristiano Ronaldo. Il tecnico non ha alcuna rivoluzione in mente, ma vuole valorizzare i giovani, tra cui anche Alvaro Morata. Lo spagnolo resterà ancora in bianconero, almeno per una stagione: si prevede, infatti, il rinnovo del prestito con l’Atlético Madrid fino al 2022.

LEGGI ANCHE >>> L’ultimo ostacolo che separa la Juventus e Donnarumma

Cosa ne sarà allora di Cristiano Ronaldo? Allegri, nei retroscena raccontati da ‘Tuttosport’, ha parlato con la dirigenza a lungo del portoghese, anche nei colloqui precedenti alla firma sul nuovo contratto. Si è discusso della permanenza di CR7 ma anche di una sua eventuale partenza e, in entrambi i casi, non sarebbe una ‘tragedia’. Qualora Ronaldo dovesse andare via anticipatamente, la Juventus avrebbe comunque soluzioni e talento per restare competitiva a lungo termine.

Allegri non si esprimerà né in un senso né nell’altro. É pronto ad accogliere con entusiasmo la permanenza del giocatore ma, se decidesse lui di andare via, la squadra si adatterà senza troppi drammi. La società dal canto proprio prepara il terreno in caso di addio tra Manchester United e PSG: CR7 non partirà senza che i bianconeri ricevano un indennizzo.