Calhanoglu va via, il Milan sceglie il nuovo numero dieci

Calhanolgu di spalle
Calhanoglu (Getty Images)

Il Milan si prepara all’addio di Calhanoglu e cerca un calciatore a cui affidare la maglia numero dieci: tre i nomi in ballo

Via Donnarumma, via anche Calhanoglu. Il Milan cambia volto e perde due dei protagonisti della stagione appena conclusa. Anche il trequartista turco, come il portiere, non ha rinnovato il suo contratto e appare complicato che l’accordo tra le parti possa esserci ora. Più probabile che il 30 giugno anche per lui si chiuda l’avventura in rossonero. Anche per questo Maldini è alla ricerca di un nuovo calciatore a cui affidare la maglia numero 10 del Milan.

Il primo nome sulla pista del direttore tecnico è quello di Rodrigo De Paul. L’argentino piace da tempo, ma c’è da fare i conti con la concorrenza (dal Napoli all’Atletico Madrid) e con le richieste dell’Udinese che non si smuove dalla valutazione di 40 milioni di euro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

De Paul
De Paul (Getty Images)

Milan, Gomez e Ilicic alternative a de Paul

Se l’argentino dell’Udinese dovesse rivelarsi un obiettivo troppo complicato, il Milan ha già due alternative pronte. La prima porta in Spagna dove il Papu Gomez ha voglia di tornare nel nostro campionato. I sei mesi al Siviglia non hanno attenuato la nostalgia dell’Italia e i rossonero potrebbero sfruttarla per portarlo alla corte di Pioli. Il problema è rappresentato dal club andaluso che non sembra intenzionato a cederlo.

LEGGI ANCHE >>> Milan, l’ufficialità che ha gelato tutti (compreso Ibra)

Lui come Ilicic, in rotta con l’Atalanta. Anche lo sloveno rappresenta un possibile obiettivo per il Milan ma soltanto a determinate condizioni. Una riguarda l’aspetto economico: Maldini partirà all’assalto soltanto se da Bergamo aprissero ad un addio a basso costo per il 33enne, legato al club orobico da un contratto fino al 2022. Tre nomi per una maglia: Calhanoglu si sfilerà la 10 del Milan, il nuovo padrone può essere uno tra De Paul, Gomez e Ilicic.