Ora il Milan vuole il bomber di Euro 2020: valutazione fuori portata

maldini massara
Maldini e Massara, dirigenti del Milan (Getty Images)

La dirigenza rossonera si è messa in moto per aprire una trattativa con il Gent, società proprietaria del cartellino di Yaremchuk.

Questa edizione degli europei di calcio, come ogni grande manifestazione per nazionali, è un’occasione per i tifosi di ritorno alla normalità, alla socialità e alla gioia, ma non solo. Per i club e per i giocatori Euro 2020 è una vetrina importantissima, in contemporanea con la sessione estiva di calciomercato.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fra i giocatori che si stanno mettendo in mostra con ottime prestazioni, ce n’è uno che col tempo aveva già rubato l’occhio di molti team di diversi campionati. Parliamo di Roman Yaremchuk, attaccante numero 9 dell’Ucraina, a segno 2 volte in altrettante partite (contro Olanda e Macedonia), uno dei fautori principali, assieme al capitano Yarmolenko, delle fortune della squadra allenata da Andriy Shevchenko.

yaremchuk shevchenko
Yaremchuk festeggia una rete con il CT Shevchenko (Getty Images)

Il Milan, alla ricerca di un vice Ibra, ha puntato gli occhi su Yaremchuk

Il riferimento a Sheva non è casuale, in quanto il collegamento fra l’ex pallone d’oro e il Milan risulta spesso automatico. Il club rossonero, stando a quanto riportato da ‘Calciomercato.it’, sarebbe infatti l’ultimo ad essersi inserito nella corsa al bomber di Leopoli. Una lista, quella degli ammiratori di Yaremchuk, che già vanta nomi come Wolfsburg, West Ham, Arsenal, Lazio, Roma e Sporting. Buone notizie per il Gent, squadra belga proprietaria del cartellino che potrà permettersi di cedere, nel caso, al miglior offerente. La dirigenza del Milan avrebbe già cercato il contatto con quella del Gent, approccio conclusosi con un sostanziale nulla di fatto date le richieste dei belgi, ritenute troppo pretenziose da Maldini e Massara. Per quanto Yaremchuk sia un giocatore di talento e di prospettiva, 25-30 milioni sono troppi, almeno per ora.

LEGGI ANCHE >>> L’incontro con cui il Milan si prepara ad un altro addio doloroso

Tutti i discorsi sono in fase embrionale, è improbabile che il Milan rinunci così facilmente ad un attaccante venticinquenne che gode dell’approvazione di una leggenda del club, e che con le sue caratteristiche si adatterebbe alla perfezione al modulo di mister Stefano Pioli. Si aspetta dunque l’avvio di una trattativa “vera”, ma il Milan dovrà tenere a mente che Yaremchuk è sempre più oggetto del desiderio di altre squadre.