La Roma può già deludere Mourinho: troppi soldi, sgambetto Juve

mourinho smorfia
Josè Mourinho, neo allenatore della Roma (Getty Images)

La Roma è alla caccia del giocatore richiesto dal nuovo allenatore lusitano, ma non mancano gli intoppi e la concorrenza.

Oggi è il giorno successivo a quello di una incredibile impresa sportiva. La Svizzera ha eliminato la Francia, favorita di Euro 2020, e l’ha fatto dando fondo alle proprie risorse: grinta, cuore, coraggio, esperienza e anche la tecnica di alcuni singoli. Una partita straordinaria terminata con la vittoria di Davide su Golia, nella maniera più drammatica che il calcio conosce, ovvero la lotteria dei rigori.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Un’impresa dunque, che in quanto tale genera nuovi grandi eroi. Da Seferovic, che si è caricato la propria nazionale sulle spalle segnando due gol da attaccante di razza, a Yann Sommer, il portiere in grado di ipnotizzare nientemeno che Kylian Mbappè per poi parargli il rigore decisivo. In mezzo, e non solo figurativamente, il capitano della Svizzera e numero 10, Granit Xhaka. Il regista di proprietà dell’Arsenal è stato una delle stelle più lucenti della notte di Bucarest. Geometrie precise e verticalizzazioni coraggiose, unite alla capacità di giocare sotto pressione costante.

granit xhaka esulta
Xhaka esulta al termine della sfida con la Francia (Getty Images)

Xhaka e la Roma sembrano da tempo “promessi sposi”

Xhaka è da tempo un pallino di Josè Mourinho, che ha infatti chiesto alla Roma, la sua nuova squadra, di acquistarlo. Xhaka si è sempre espresso in toni entusiastici nei riguardi della società giallorossa, arrivando a far credere che il passaggio dell’elvetico dalla Premier League alla Serie A fosse una semplice formalità. In aggiunta, Xhaka e la Roma avrebbero già raggiunto un accordo. A mancare sarebbe quello fra la squadra della famiglia Friedkin e l’Arsenal, con l’offerta della Roma ferma a 12 milioni più 3 di bonus e la richiesta dei londinesi fissa sui 20 milioni cash. Come detto, da parte del calciatore svizzero sono giunte molte dichiarazioni di amore nei confronti della Roma, ma lo stallo creatosi durante la trattativa potrebbe aprire le porte a nuovi scenari clamorosi.

LEGGI ANCHE >>> Juve, che retroscena: “Contrasti duri tra CR7 e Pirlo a fine stagione”

Alla lista degli estimatori di Xhaka si sarebbe aggiunta anche la Juventus, che non riuscendo a chiudere per Locatelli avrebbe così individuato l’alternativa. Il giocatore sembra dunque destinato a giocare in Italia, anche se non necessariamente in maglia giallorossa e sotto la guida di Mourinho, come tutti (tranne la dirigenza bianconera) speravano. Xhaka non può aspettare la Roma in eterno.