Batosta Juve: oltre 300 milioni di perdite, la decisione della proprietà

Andrea Agnelli a colloquio con John Elkann
Andrea Agnelli e John Elkann (Getty Images)

Juve, maxi perdite a causa del Covid: -320 milioni in tre anni. Pronto un aumento di capitale da 400 milioni

Con un comunicato apparso sul proprio sito la Juventus, oltre a ufficializzare la nomina di Maurizio Arrivabene come nuovo responsabile dell’Area football, ha oggi pubblicato anche le stime relative all’impatto del Covid sul bilancio.

Si tratta di un vero e proprio bagno di sangue: -320 milioni in un triennio, dal 2019 al 2022 (per la prossima stagione, ovviamente, si tratta di previsioni e non di dati a consuntivo).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Andrea Agnelli col capotto
Andrea Agnelli (Getty Images)

Juventus, maxi aumento di capitale da 400 milioni per fronteggiare l’impatto del Covid

La cifra fa comunque impressione, ancora di più se si considera che la Juve, fino a pochi anni fa (nell’era pre Cristiano Ronaldo, per intenderci) era solita chiudere i bilanci in attivo.

Per far fronte alla situazione, il consiglio d’amministrazione del club presieduto da Andrea Agnelli ha deliberato quindi un maxi aumento di capitale da 400 milioni di euro.

LEGGI ANCHE>>> Rivoluzione Juventus, nuovi arrivi in dirigenza: è ufficiale

Questo il testo del comunicato:

“Il CdA esamina gli impatti della pandemia sui tre esercizi 2019/22, stimabili ad oggi in euro 320 milioni complessivi quali effetti economici negativi diretti ed indiretti.

Confermati gli obiettivi strategici di lungo periodo di cui al piano di sviluppo 2019/24 in tema di competitività sportiva e sostenibilità economico-finanziaria.

A sostegno del piano, che, a causa della pandemia, sarà oggetto di revisione nel primo semestre dell’esercizio 2021/22, il CdA ha definito le linee guida di un rafforzamento patrimoniale mediante aumento di capitale sociale fino a euro 400 milioni”.