Inghilterra-Danimarca, Damsgaard e la magia di Eriksen

Damsgaard (GettyImages)

Damsgaard non ha solo segnato in Inghilterra-Danimarca: ha disegnato calcio, guidando la squadra. Tra Eriksen e qualcosa di magico

Mikkel Damsgaard ha compiuto 21 anni lo scorso 3 luglio. 4 giorni fa, mentre era alle prese con i quarti di questo Europeo. Durante il corso del primo tempo, invece, di Inghilterra-Danimarca, semplicemente, trascinato la sua squadra. Una personalità pazzesca, era la voce del suo CT sul terreno di gioco. La perla su punizione, bellissima e straordinaria è servita solo a sancire la definitiva consacrazione che il gioiello della Sampdoria sta vivendo in questa fase della sua vita calcistica. Nella prima frazione, di fronte ad un Wembley strapieno e pressante, è riuscito a giocare in tutte le zone del campo partendo dal versante sinistro dell’attacco danese, trovando anche un passaggio chiave per far completare un’azione offensiva alla tua nazionale.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Damsgaard Danimarca
Damsgaard (Getty Images)

Non basta: perché Damsgaard metti il referto Dopo i primi 45 minuti anche un salvataggio, due palloni intercettati, due contrasti vinti ed una sicurezza mostrata assolutamente invidiabili. Damsgaard, l’uomo che ha preso il posto di Eriksen. Il ragazzo che sembra avere qualcosa di magico, di sensazionale, sostituendo un compagno così drammaticamente sfortunato. Sembra, davvero, la maglia del calcio. Quella che ti sfiora e ti regala poteri ed amplifica le tue qualità.

LEGGI ANCHE >>> Dalla Liga un bomber gratis: decisione ufficiale, occasione di mercato

Con la Sampdoria un contratto fino al 2024, il talento visto ad intermittenza nell’arco della stagione appena andata in archivio ha la potenzialità per deflagrare in modo devastante nella prossima annata. Il presidente Ferrero è consapevole di avere tra le mani quasi un assegno in bianco. Il presidente blucerchiato, ora, dovrà resistere alle inevitabili offerte che arriveranno dalla premier dopo questa partita. Perché un’altra stagione in Italia potrà completare il percorso di Damsgaard regalare al nostro campionato altri 9 mesi di giocate come quelle miste a Wembley in questi primi 45 minuti della semifinale di Euro 2020.