Italia, Mancini svela: “Sì, Immobile ha bisogno di coccole”

Immobile e Mancini parlano in campo
Roberto Mancini e Ciro Immobile, Italia (Getty Images)

Mancini nella conferenza stampa prima della finale contro l’Inghilterra: “Sono felice del lavoro di Immobile e di Belotti”

“Immobile ha bisogno di coccole? Tutti hanno bisogno di coccole, soprattutto dopo 50 giorni insieme. Sono stati giorni belli, positivi, io sono felice di tutto il loro lavoro svolto. Quello Ciro, del Gallo, di Raspadori, per quel poco che ha giocato. Tutti hanno dato più del 100% altrimenti non saremmo qui”: queste le parole di Roberto Mancini nella conferenza stampa nella quale ha presentato il match contro l’Inghilterra, nella finale che vedrà domani protagonista la sua Italia.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini sorride
Roberto Mancini (Getty Images)

Mancini: “Voglio vedere un’Italia divertente”

“L’Inghilterra è forte, ha tanti giocatori bravissimi. Però – ha spiegato Mancini – anche noi siamo forti, visto che siamo arrivati fin qui. Sterling è migliorato molto, dovremo essere bravissimi, ma oltre a lui ci sono altri. Poi, c’è Kane: hanno qualità, velocità e tecnica. Noi, dobbiamo essere tranquilli. Sarà difficile, per tanti motivi, ma rimanere concentrati sul nostro gioco e cercare di attuarlo al meglio, sapendo che sarà l’ultima partita. Dobbiamo divertirci per altri 90 minuti, dobbiamo farlo domani. Poi finirà l’Europeo ed i giocatori andranno in vacanza”

LEGGI ANCHE >>> Italia-Inghilterra, la rivelazione di Chiellini fa sognare i tifosi della Juve

Come deve essere l’Italia? Mancini risponde netto: “Divertente, sicuramente. Spero anche sostanziosa: non è stato facile, siamo stati bravi a cercare di qualificarci prima, ci sono state gare difficili, difficilissime. E’ stato un tragitto difficile, spero di divertirci, serve un ultimo sforzo. Questo è uno dei momenti più importanti della mia vita calcistica. Ho giocato in Nazionale fino all’Under 21, poi in Nazionale maggiore, ma non abbiamo vinto né Europeo Under 21 né Mondiale, pur meritandolo. Rappresentiamo l’Italia, spero di avere domani quelle soddisfazioni che non ho avuto da giocatore nonostante abbia giocato in Nazionali fortissime”.