Milan, nuovo nome per la trequarti: si allontana il sogno Isco

Milan Pioli
Milan Pioli (Getty Images)

Il Milan è pronto a sferrare un nuovo attacco su un altro trequartista a prescindere dall’acquisto a titolo definitivo di Diaz. Si allontano sempre di più le speranze per Isco, il centrocampista potrebbe restare al Real Madrid

Nonostante l’ufficialità dell‘acquisto di Diaz, il Milan sarebbe pronto a puntare con forte decisione sull’arrivo di un altro trequartista. Pioli avrebbe puntato l’indice su un profilo esperto e abile a cucire il gioco tra centrocampo e attacco. Difficile arrivare a Isco: le eccessive richieste del Real Madrid avrebbero spento sul nascere le speranze dei rossoneri, i quali sarebbero già pronti a valutare nuovi scenari.

Complicato arrivare anche a Luis Alberto: il fantasista della Lazio, salvo clamorosi colpi di scena, resterà in maglia biancoceleste anche in vista della prossima stagione. Dopo alcuni dissapori con la dirigenza, lo spagnolo sarebbe pronto a proseguire la sua avventura nella Capitale. Su chi dirotterà le sue attenzioni il Milan? I rossoneri continuano a monitorare molto attentamente la situazione legata al futuro di Ilicic, ma l’Atalanta valuta il giocatore oltre 10-12 milioni di euro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Gazidis e Maldini, Milan
Gazidis e Maldini, Milan (Getty Images)

Il Milan alla caccia di un altro trequartista: rispunta Zaccagni

Non solo Ilicic, nelle ultime ore si sarebbe rispuntato il nome di Zaccagni, il quale potrebbe lasciare il Verona di fronte a un’offerta da circa 15 milioni di euro. Sul giocatore sarebbe piombata con forte decisione anche la Fiorentina, e come riporta “La Nazione”, i viola avrebbero messo sul piatto della bilancia una super offerta per convincere il club veneto a dire sì: 15 milioni più Duncan, per Zaccagni e Lovato.

LEGGI ANCHE >>> Juve, colpo alla Kulusevski: incontro segreto per il gioiello degli Europei

Il Milan valuterà il da farsi, ma la caccia al nuovo trequartista resta ancora aperta: non è da escludere un timido sondaggio per Paredes e Ramsey, centrocampisti offensivi capace di dettare i tempi della manovra e schierabili, all’occorrenza, anche a ridosso delle punte.