“Vada via, non corre nemmeno”, il campione spinge Pogba alla Juventus

Pogba in campo con la Francia
Paul Pogba, Francia (Getty Images)

Il futuro di Paul Pogba sembra ancora una volta essere lontano dal Manchester United e a spingerlo via questa volta è Roy Keane, un ex piuttosto importante per gli inglesi.

Anche per questa sessione di calciomercato tra i nomi più chiacchierati c’è quello di Paul Pogba. Il calciatore potrebbe lasciare il Manchester United, ma questa volta seriamente. Sul piatto infatti c’è un aut-aut: o rinnova, considerato che è in scadenza nel 2022, oppure troverà sistemazione altrove, di già. La società, infatti, non intende perderlo tra un anno a parametro zero.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Manchester United, Pogba via? Keane lancia la provocazione

Il riscaldamento di Pogba con la Francia
Paul Pogba, Francia (Getty Images)

Mentre l’agente Mino Raiola è impegnatissimo nel trovare la miglior soluzione e apre le orecchie di fronte a possibilità offerte, avanza il rumor che lo rivuole alla Juventus oppure la possibilità che finisce al Real Madrid. Attenzione, in coda, al PSG. Pare che la decisione di andare possibilmente via dallo United nasce per la volontà di ritornare in Italia o vivere una diversa esperienza, non è un mero tema economico. La società londinese, infatti, avrebbe proposto a Pogba 350.000 pounds a settimana e la centralità nel progetto, ma ciò non pare sufficiente per accontentare il calciatore.

LEGGI ANCHE >>> L’Inter trema: esce in barella durante l’amichevole con la Pergolettese

Roy Keane, ex centrocampista del Manchester United, è intervenuto sulla questione a gamba testa, invitando la società a non pensare eccessivamente al calciatore. ‘The Mirror’ ne riferisce le dichiarazioni: “Credo che in ogni situazione, quando si va per le lunghe, arriva il momento di dire basta. Ci sono stati altri giocatori se ne sono voluti andare dallo United prima d’ora: David Beckham, Peter Schmeichel, e si parla di leggende del club. Il signor Pogba vuole andare via? Che se ne vada. Se n’è andato la prima volta e lo United è sopravvissuto, sopravvivrà anche se se ne va un’altra volta, fidatevi di me. Fra l’altro l’ho osservato i da vicino, posso dire che non corre e in questo sport bisogna farlo”.