Perché ora l’Inter riflette sulla cessione di Lukaku al Chelsea

Lukaku
Lukaku (Getty Images)

L’Inter fa i conti anche con la protesta dei tifosi per l’eventuale cessione di Lukaku: Zhang nel mirino, riflessioni di Suning

Lukaku ha detto sì al Chelsea, Abramovich è pronto a rilancio, l’Inter a cedere il belga. Messa così sembra che tutto lasci pensare ad un affare in chiusura, invece per il trasferimento del belga a Londra le cose da sistemare sono ancora molte. Si parte dalla cifra che i nerazzurri vogliono incassare: 130 milioni di euro, possibilmente senza alcuna contropartita tecnica. Qui si giocano le prossime mosse con l’atteso contatto previsto tra le due società. Intanto tra social e strade di Milano si sta giocando un’altra partita, quella dei tifosi.

I sostenitori nerazzurri sono scesi in maniera massiccia in campo per l’affare Lukaku: i social del presidente Zhang sono stati letteralmente presi d’assalto, purtroppo anche con gli immancabili insulti e valanghe di richieste di dimissioni. “Vattene via” è la frase più ricorrente indirizzata al giovane numero uno del club. Lo stesso messo nel mirino dagli striscioni esposti ieri in città. Striscioni che salvano sia Inzaghi e i calciatori che Marotta e Ausilio.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zhang
Zhang (Getty Images)

Inter, l’affare Lukaku e la reazione dei tifosi

Una presa di posizione netta che, come si legge sulla ‘Gazzetta dello Sport’, sta portando della riflessioni anche a Nanchino. Anche perché con una offerta da 120 milioni di euro, sarebbero 67 quelli che entrerebbero realmente nelle casse dell’Inter. Poco più della metà e di questi soltanto quaranta sarebbero poi potenzialmente investibili per il nuovo centravanti.

LEGGI ANCHE >>> Inter, l’annuncio dell’agente di Lukaku ha scosso i social

Riflessioni in corso dunque con i tifosi che lanciano chiari segnali e il Chelsea pronto a rilanciare in maniera forte. L’affare Lukaku non è ancora finito.