Il violento scontro che ha condannato il nuotatore inglese alle Olimpiadi

nuotatore inglese Olimpiadi
nuotatore Olimpiadi (Getty Images)

Le Olimpiadi di Tokyo sono terminate da pochi giorni, ma in una delle ultime gare di nuoto si è sfiorata un’autentica tragedia. 

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si sono concluse ufficialmente pochi giorni fa. L’avventura azzurra è stata straordinaria con gli azzurri che sono andati oltre alle attese ottenendo diverse medaglie e numerosi record. Per alcuni atleti inglesi questi giochi Olimpici saranno da ricordare, ma non per le medaglie.

E’ il caso del nuotatore inglese Hector Pardoe che, durante la gara della 10 km nelle acque libere, ha avuto un incidente che poteva costargli ‘davvero caro’. ‘Per la cronaca’ questa è la gara dove il nostro Gregorio Paltrinieri ha conquistato la medaglia di bronzo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Paltrinieri Olimpiadi
Paltrinieri (Getty Images)

Il dramma del nuotatore Pardoe alle Olimpiadi

Attraverso i microfoni della BBC Pardoe ha svelato che quella gara stava diventando un vero ‘dramma’ per lui: “Nel mio ultimo giro ho preso una gomitata in faccia tanto forte che mi sono caduti gli occhialini e ho pensato di aver perso l’occhio. Ho sempre sperato che se mi fossi fatto male in quel modo sarei riuscito a finire la gara, ma non sono riuscito a recuperare gli occhialini e mi è preso il panico”.

LEGGI ANCHE >>> Olimpiadi, un gesto antisportivo durante la maratona ha indignato il mondo

Il nuotatore inglese ha continuato: “Il mio occhio, come sta? Non mi rispondevano, non mi rassicuravano e allora ho deciso di lasciare la gara. Va tutto bene, me lo ricuciranno al villaggio olimpico. Sanguinava dappertutto”.