Juventus, Ronaldo se ne va: arriva l’ultima conferma

Ronaldo si riscalda
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

È ufficialmente finita la storia tra Cristiano Ronaldo e la Juventus. Il portoghese ha lasciato il centro sportivo bianconero.

Storia di un grande addio. Tra Cristiano Ronaldo e la Juventus è ufficialmente finita. Stando a quanto riportato in questi minuti dal giornalista di Sky Sport Gianluca di Marzio, il portoghese ha svuotato il proprio armadietto al centro sportivo della Continassa e oggi non prenderà parte all’allenamento in programma nel pomeriggio. 

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI! 

Allegri in panchina
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Juventus, Cristiano Ronaldo se ne va davvero: lo aspetta il City

Il City lo aspetta. In mattinata il 5 volte Pallone d’Oro ha contattato telefonicamente Pep Guardiola al fine di discutere con lui del suo imminente sbarco nella sponda azzurra di Manchester. La trattativa si dovrebbe chiudere entro oggi, probabilmente già nelle prossime ore. L’asso portoghese, infatti, vuole lasciare quanto prima l’Italia e mettersi alle spalle l’esperienza bianconera. Un matrimonio iniziato nel luglio 2018 sotto i migliori auspici ma che poi non ha consentito alla Juventus di concretizzare il grande sogno, ovvero la conquista della Champions League. 

LEGGI ANCHE >>> Ronaldo ai saluti: quanto è costato ogni suo gol alla Juventus

In questi tre anni, nella competizione europea, sono arrivate soltanto grosse delusioni ed eliminazioni precoci contro avversari sulla carta non impossibili. Da quando è a Torino Ronaldo ha totalizzato numeri mostruosi (101 gol e 22 assist in 134 partite complessive) eppure il feeling con la squadra e con l’ambiente, dopo il primo periodo di infatuazione, non è mai realmente sbocciato. E con il ritorno in panchina di Massimiliano Allegri, deciso a mettere Paulo Dybala sotto i riflettori, la voglia di andare via è divenuta sempre più grande fino ad esplodere negli ultimi giorni.

Ora lo attende un contratto biennale a cifre più basse (15 milioni) rispetto a quelle percepite alla Juventus (31). Ma per lui va bene così. E la Juventus? Ormai si è rassegnata a perderlo e si è messa alla ricerca di possibili sostituti: i nomi sono quelli di Mauro Icardi del Psg, Gabriel Jesus del City, Gianluca Scamacca e Giacomo Raspadori del Sassuolo. Più difficile, invece, arrivare a Dusan Vlahovic della Fiorentina e Duvan Zapata dell’Atalanta.