“Juve, hai visto?”: l’ASL di Napoli commenta Brasile-Argentina

Brasile e Argentina osservano l'intervento delle autorità brasiliane
Calciatori di Brasile e Argentina increduli dopo la sospensione della partita (Getty Images)

Il direttore dell’Asl di Napoli D’Amore ha parlato di Brasile-Argentina rimarcando la buona condotta avuta per il match tra Juve e Napoli

Il clamoroso caso verificatosi nelle qualificazioni ai Mondiali della Conmebol fa ancora discutere. Surreale la sospensione della partita tra Brasile e Argentina dopo appena sei minuti di gioco con le autorità brasiliane entrate in campo per deportare Emiliano Martinez, Giovanni Lo Celso, Christian Romero ed Emiliano Buendìa. I primi tre erano in campo perché titolari al momento dell’irruzione delle forze dell’ordine mentre il quarto era in tribuna. L’intervento degli agenti della polizia brasiliana è stato reso necessario dal fatto che chi rientrava dall’Inghilterra (tutti giocano in Premier League) dovesse rispettare 14 giorni di quarantena. Le autorità sanitarie in precedenza si erano presentate all’hotel dell’Argentina per compiere l’azione.
Il caso avvenuto nella gara di qualificazione al Mondiale ha richiamato alla mente le polemiche scaturite in Italia dal caso Juventus-Napoli, con l’Asl di Napoli intervenuta per bloccare la trasferta dei partenopei. Dell’episodio verificatosi in Brasile ha parlato Antonio D’Amore, direttore dell’Asl di Napoli, intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘Punto Nuovo Sport Show’ su ‘Radio Punto Nuovo’.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

De Laurentiis pensieroso
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Juve, il direttore dell’Asl Napoli: “Caso Brasile-Argentina teatrale, in dubbio la sfida tra partenopei e Leicester”

Antonio D’Amore è rimasto perplesso davanti al caso brasiliano: “Si sarebbe potuta scegliere una strada meno teatrale. Si sarebbero potuti risparmiare l’ingresso in campo perché la situazione è differente rispetto a un anno fa. Tuttavia ciò dimostra che lo scorso anno il comportamento messo in atto per JuventusNapoli è stato quello giusto. Non ci siamo mai pentiti della decisione. Stiamo uscendo da un campionato giocato a porte chiuse e non vedere neppure un tifoso con la mascherina a Svizzera-Italia risulta molto grave”.

Il direttore dell’Asl napoletana ha poi parlato anche di Leicester-Napoli: “Vari calciatori del Napoli devono tornare da zone rosse e secondo il protocollo inglese non potrebbero giocare. Saranno le autorità locali a decidere sulla partita. Quando i calciatori rientrano da zone rosse devono osservare il protocollo applicato per i lavoratori”.

LEGGI ANCHE >>> Cassano attacca anche la Nazionale: “Non sa giocare a calcio”

Sulla sospensione di Brasile-Argentina ora toccherà alla Fifa decidere. La sfida rappresentava il recupero della settima giornata, già rinviata a marzo.