“Non mi è piaciuto”: Mourinho a sorpresa dopo il 5-1 al CSKA

Mourinho incoraggia la squadra
Mourinho (GettyImages)

Il tecnico della Roma Mourinho si è detto insoddisfatto della prestazione della squadra: il portoghese ha visto troppi errori contro il Cska

La Roma vince e lo fa anche in maniera larga: 5-1 al Cska Sofia per ricominciare la stagione europea, terminata nella passata stagione con la semifinale persa contro il Manchester United.
Pochi mesi fa era Europa League, adesso è Conference League. I giallorossi hanno vinto con estrema semplicità dopo aver incassato il primo schiaffo della partita. José Mourinho tuttavia in riferimento alla prestazione della sua squadra ha detto “Non abbiamo giocato bene”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La foto di Mourinho nel tabellone dell'Olimpico
Tabellone luminoso Olimpico (GettyImages)

Roma, Mourinho insaziabile: “Non abbiamo giocato bene, i ragazzi devono diventare giocatori competitivi”

Il tecnico giallorosso José Mourinho ha commentato il successo contro il Cska Sofia ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Non abbiamo giocato bene ma il gruppo è fortissimo e si sta creando una squadra. Ora dovremo esserlo di più quando arriverà una sconfitta. Sarà importante ripartire subito”.

Il tecnico portoghese ha approfondito il motivo per il quale non gli è piaciuta la prestazione: “La qualità del gioco non mi ha soddisfatto. Non siamo riusciti a esprimerci allo stesso modo in cui ci siamo allenati in questi giorni. Ho visto poca intensità a centrocampo e i terzi non hanno spinto molto. Inoltre, abbiamo perso molti duelli difensivi. I ragazzi devono crescere e passare a essere da ragazzini a giocatori competitivi. Abbiamo terminato la partita giocando con 4 centrale, cosa che in genere non si fa mai. Non meritavamo il 5-1. Mi sono piaciuti molto Shomurodov e Pellegrini, hanno lavorato tanto e pressato alto”.

LEGGI ANCHE >>> “È vero, firma”: il super-annuncio di Mourinho in conferenza

Infine, sull’entusiasmo: “Con lo staff l’altro giorno scherzando abbiamo detto di dover andare ogni giorno a San Pietro e pregare per non avere infortuni. Abbiamo dei limiti. La stagione è una maratona e dovremo quindi gestire le emozioni. Siamo felici di quello che stiamo costruendo. Dobbiamo restare tranquilli. L’empatia tra tifosi e squadra è su buoni livelli. Per passare nel girone dovremo fare ancora 9 punti”.