Donnarumma ancora in panchina: la sentenza di Zoff sul caso Gigio

zoff intervista
Dino Zoff (Getty Images)

Tra Juventus-Milan, il duello Szczesny-Maignan e l’addio di Donnarumma: SerieAnews.com ha intervistato in esclusiva Dino Zoff

Non c’è bisogno di troppe presentazioni quando si ha l’opportunità di scambiare due chiacchiere con una leggenda dello sport, come Dino Zoff. Soprattutto a 48 ore da una classica del nostro campionato e da uno Juventus-Milan che può raccontare molto sulla stagione delle rispettive squadre.

“Sarà una gara davvero combattuta, ma anche estremamente delicata per i bianconeri”, spiega Zoff in esclusiva ai microfoni di SerieAnews.com, prima di spostarsi sul momento della formazione di Massimiliano Allegri: “Vengono da un periodo complicato, non lo si può ignorare. Il Milan, invece, attraversa un grande momento di forma. Sono convinto, però, che la Juventus abbia tutto per giocare ad armi pari con i rossoneri e risalire la china in campionato”.

Insomma, Zoff continua a credere nel ritorno del tecnico livornese, seppur abbia voluto avvertire i suoi bianconeri della minaccia milanista. Poi, fari puntati sul duello tra i due portieri Szczesny Maignan, entrambi specchio di questo avvio di stagione dei rispettivi club. “A volte capitano dei momenti no, ma son cose che passano. Szczesny resta un ottimo portiere e non capisco il perché di tanti problemi e di tante critiche”. Di qui, Zoff benedice il collega rossonero: “Sta dimostrando di essere un portiere di grande valore, senza voler fare classifiche con Donnarumma o i suoi predecessori”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Donnarumma con la Nazionale
Donnarumma (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> “Tutto è possibile”: Donnarumma, la frase che può cambiare la stagione

Caso Donnarumma, Zoff non ha dubbi sul futuro dell’ex Milan

E proprio su Donnarumma, abbiamo provato a stuzzicare l’eterno Dino Zoff. L’ex Milan ha raccolto solo una presenza da quando è approdato al Paris Saint-Germain, rappresentando un vero e proprio caso in seno alla formazione di Pochettino. Un caso che Zoff, però, non sembra temere troppo: “È vero, davanti ha un portiere molto esperto come Keylor Navas, ma Gigio arriverà ad essere titolare. Parliamo di un portiere di assoluto livello e non impiegherà molto a prendersi il posto, considerando le sue doti”.

Parole che possono suonare oltremodo semplici, ma che raccontano tutta la stima dell’ex Juventus nei confronti del giovane portiere azzurro. Per Zoff, l’aura di Donnarumma è la stessa che appartiene ad un predestinato, senza badare troppo al suo passato e ai suoi trascorsi agrodolci con il Milan: “Se la sua partenza sia stata giusta o sbagliata, ha poco senso commentare. Il ragazzo voleva andar via e i rossoneri non potevano fare altro che lasciarlo partire”.