“Non si riconosce nulla”: la vittoria non fa ripartire la Juventus

Allegri
Allegri (Getty Images)

L’analisi della vittoria della Juventus contro lo Spezia: i tre punti non cancellano i problemi dei bianconeri in campo

La Juventus soffre ma vince contro lo Spezia e incamera il primo successo in campionato. Tre punti ottenuti più di spirito che di gioco con la squadra di Thiago Motta capace di ribaltare lo 0-1 iniziare per poi venire riacciuffata e superata grazie alle reti di Chiesa e de Ligt. Proprio loro, i ‘giovani’ richiamati da Allegri ad un salto di qualità, hanno risposto presente quando mandati in campo. Il 3-2 al ‘Picco’ non cambia però le cose di molto: la Juventus vince ma è ancora lontana dall’essere la squadra capace di battere tutti gli avversari e recuperare gli 8 punti di svantaggio da Inter e Milan. Lo scrive anche la ‘Gazzetta dello Sport’ in un’analisi firmata da Luigi Garlando. Un’analisi in cui si evidenzia come ad oggi “non si riconosce ancora nulla della vera Juve”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Esultanza Juventus
Esultanza Juventus (Getty Images)

Juventus “incapace di difendersi”: Allegri ha un grande problema

Ecco allora che la squadra di Allegri è apparsa “ancora incapace di difendersi e di gestire con sicurezza”. L’undici scelto dall’allenatore toscano “ha confermato anche a La Spezia le difficoltà in costruzione”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, l’inaspettato striscione contro Allegri a La Spezia

Ed allora la soluzione potrebbe essere abbandonare la ricerca di una solidità difensiva che questa squadra mostra di non riuscire a garantire. Forse Allegri dovrebbe cambiare prospettiva: “Serve coraggio – scrive la Gazzetta – per rimontare tanti punti e tanti avversari”. Una Juventus come il Milan che con “coraggio e spirito offensivo” è stato risollevato da Pioli.