“Non ci piace la maleducazione”: Lega-Sarri, nuovo scontro

Sarri in campo
Maurizio Sarri (Getty Images)

Dal Pino risponde a Sarri, che ieri aveva annunciato di voler fare la “guerra” alla Lega di Serie A. “Non ci piace la maleducazione”.

Al termine della pesante sconfitta patita per mano del Bologna, Maurizio Sarri aveva lanciato pesanti accuse alla Lega di Serie A: “Siamo l’unica squadra in Europa che ha giocato 61 ore dopo la partita di Europa League, dobbiamo fare una guerra perché non succeda più. Questo comunque non è un alibi, purtroppo bisogna essere pronti, invece non lo siamo stati”. Parole che non sono piaciute al presidente dell’associazione Paolo Dal Pino.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dal Pinto in conferenza
Paolo Dal Pino (Getty Images)

Nuovo scontro tra il tecnico della Lazio Sarri e la Lega

L’occasione per ribattere all’allenatore della Lazio è arrivata oggi, a margine della presentazione del nuovo centro Var. “”Le polemiche di Sarri? In Premier League ha dovuto giocare più di una volta partite con meno di 60 ore di distanza l’una dall’altra, qui ne aveva 61. Noi siamo abituati alle pressioni, ma non ci piace la maleducazione. La Lega è la casa di tutti, determina il calendario e lo gestisce. Per fortuna abbiamo strutture e persone che subiscono molte pressioni ma non cambia niente, andiamo avanti”.

LEGGI ANCHE >>> “Faremo la guerra, ora basta”: Sarri, annuncio in diretta dopo il ko

Dal Pino ha poi sottolineato quanto sia importanti, per il club, la riapertura totale degli stadi. “Il Cts ha dato il via libera per il 75%, ma per noi esiste solo il 100%. Se si tratta di un breve periodo ok, ma nel resto d’Europa intorno a noi tutti hanno gli stadi al 100%. Non è giusto che i nostri club soffrano in termini economico finanziari in modo così rilevante e non si cerchi di accelerare con misure utili per ritrovare il pareggio economico”.