Mancini e la convocazione di Dimarco: il ‘segreto’ del CT azzurro

Mancini in conferenza
Mancini (Getty Images)

Verso Italia-Spagna, con un segreto da svelare sulla convocazione di Dimarco: le parole del CT Mancini in conferenza stampa

Giornata di vigilia per la Nazionale di Roberto Mancini, che domani affronterà la Spagna di Luis Enrique per la final-four di Nations League. “Per noi è una competizione di grande importanza – ha spiegato il CT azzurro in conferenza stampa – Vogliamo migliorarci in queste due gare, dove si affronteranno le quattro migliori squadre d’Europa”.

Poi Mancini si è spostato sull’assenza del centravanti: “Vedremo quale soluzione adottare. Non so se Chiesa possa fare la punta, magari a partita in corso. Noi abbiamo dei ruoli ben precisi, sappiamo dove può dare il meglio. Non dimentichiamo che abbiamo anche Kean e Raspadori, con Insigne Bernardeschi che, nel caso, possono ricoprire quel ruolo”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Dimarco calcia in allenamento
Dimarco (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> “Brahim Diaz? Tutta la vita!”: Italia-Spagna vista da Giaccherini

La Nazionale e la convocazione di Dimarco: il ‘segreto’ di Mancini

Di qui, il CT Mancini si sposta sulla convocazione di Federico Dimarco, convocato al posto di Tonali rimasto nel gruppo dell’Under 21: “Innanzitutto, l’ho convocato perché lo conosco benissimo. Sono stato io a farlo debuttare in Serie A, adesso sono passati un po’ di anni e mi fa piacere vederlo così in crescita. Poi, abbiamo dovuto giustamente lasciare alcuni giocatori all’Under 21, visto che hanno due gare molto importanti”.

D’altronde, era il 31 maggio del 2015 quando Roberto Mancini, allora tecnico dell’Inter, faceva esordire in Serie A un giovanissimo Federico Dimarco. Il nerazzurro prese posto di Rodrigo Palacio, nel finale di un Inter-Empoli terminato poi 4-3 per i lombardi.