“A saperlo, con l’Italia non ci avrei giocato”: il retroscena amaro di De Bruyne

De Bruyne applaude
De Bruyne (Getty Images)

De Bruyne in un’intervista a VTM Nieuws è ritornato sul quarto di finale di Euro2020 contro l’Italia di Mancini .

Questa sera l‘Italia, a San Siro, sfiderà di nuovo la Spagna di Luis Enrique in una semifinale, questa volta si tratta di Nations League. L’altra semifinale si disputerà domani sera all’Allianz Stadium di Torino tra il Belgio e la Francia. Le finali per il primo e terzo posto si giocheranno domenica prossima.

Il Belgio dell’epoca d’oro vuole vincere un trofeo dopo il terzo posto conquistato al Mondiale in Russia e i due quarti di finali raggiunti agli ultimi due Europei. Tra i giocatori più importanti della Nazionale guidata da Roberto Martinez c’è sicuramente Kevin De Bruyne del Manchester City.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Esultanza Manchester City
Manchester City (Getty Images)

De Bruyne: “Europeo? Contro l’Italia ho giocato grazie a due infiltrazioni”

Il giocatore ha rilasciato un’intervista a ‘VTM Nieuws’ dove si è soffermato anche su Euro2020: “Abbiamo fatto tutto quello che potevamo per giocare un grande Europeo, ma di più non potevamo fare. La condizione fisica della squadra non era al top e tanti giocatori importanti non stavano al meglio”.

LEGGI ANCHE >>> “Chiellini, non lo fare”: la confessione dell’arbitro di Italia-Inghilterra

De Bruyne ha poi concluso il suo intervento: “Per questi motivi non sono rimasto così deluso per l’eliminazione contro l’Italia. Anche io ho iniziato l’Europeo con un infortunio all’orbita dell’occhio e dopo tre gare ho subito un infortunio ancora più grave alla caviglia.  Contro l’Italia ho giocato grazie a due iniezioni. Se avessi saputo prima lo stato succesivo della caviglia, non avrei giocato contro gli azzurri”.