L’Italia poteva avere un altro ‘brasiliano’ dopo Jorginho, Emerson e Toloi

Italia-Belgio, Mancini pensieroso
Mancini (Getty Images)

C’è stata la possibilità di vedere con la maglia dell’Italia un altro giocatore nato in Brasile. C’è stato un tentativo per Raphinha.

L’Italia questa sera sfiderà a San Siro la Spagna nella gara valevole per la semifinale di Nations League. L’altra semifinale tra Belgio e Francia si giocherà domani sera all‘Allianz Stadium di Torino. Le due finali si disputeranno domenica. Gli azzurri rincontreranno la squadra di Luis Enrique dopo la semifinale dell‘Europeo vinta ai rigori.

Mancini per la gara contro gli iberici ha un po’ di difficoltà dal punto di vista della formazione, considerando le assenze di Immobile e Belotti. Come prima punta potrebbe giocare uno tra Insigne e Bernardeschi. Tra i titolari ci sarà sicuramente Jorginho, perno del centrocampo azzurro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Raphinha con la maglia del Leeds
Raphinha (Getty Images)

Italia, ci sono stati contatti con Raphinha del Leeds per portarlo in Nazionale

Il mediano non è l’unico calciatore brasiliano naturilazzato italiano a giocare con la Nazionale. Infatti, ci sono anche Toloi ed Emerson Palmieri. Secondo ‘Uol Esporte’, Raphinha del Leeds era stato contattato per capire le reali possibilità di vederlo con la maglia dell’Italia. Ci sarebbero stati dei contatti anche tra lui e Jorginho.

LEGGI ANCHE >>> “Donnarumma alla Juventus”: il retroscena è stato confermato in diretta tv

Raphinha è nato a Porto Alegre, ma ha origini italiane. A rovinare i piani di Roberto Mancini è stato Tite che ha convocato Raphinha per le prossime gare del Brasile contro Venezuela, Colombia ed Uruguay valevoli per la qualificazione al Mondiale in Qatar dell’anno prossimo.