“Squadra di parametri zero, non di campioni”: Juve, ennesimo attacco

Allegri inginocchiato a bordocampo guarda preoccupato
Massimiliano Allegri (LaPresse)

La Juve di Massimiliano Allegri delude la delegata Uefa Evelina Christillin: “I giocatori non hanno voglia di lottare”.

La delegata Uefa nel consiglio della Fifa, Evelina Christillin, non nasconde in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’ la delusione per la stagione che fin qui hanno condotto i bianconeri. La Juventus infatti appare secondo lei spenta, con giocatori senza voglia e con la mano di Allegri che stenta a farsi riconoscere. L’allenatore, infatti, come riferito dalla stessa Christillin, è importante ma da solo non basta: nulla di quanto fatto fino ad ora sta incidendo tanto quanto ci si sarebbe aspettati.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Evelina Christillin sorride ai fotografi
Evelina Christillin (LaPresse)

Juve, Christillin esprime la propria delusione: “La squadra non alimenta grandi speranze”

La Juventus di Massimiliano Allegri, dopo il brutto ko rimediato in Champions League contro il Chelsea di Tuchel (big match terminato con il pesante risultato di 4-0), è tornata a far parlare di sé. I bianconeri, infatti, nonostante i passi falsi commessi in Serie A, in Champions erano riusciti, almeno fino alla serata di martedì 23 novembre, a mantenere un alto profilo piazzandosi momentaneamente al primo posto del Gruppo H. Prima posizione ora eguagliata nel punteggio dai Blues.

LEGGI ANCHE >>> “È arrivata l’ora dell’addio”: Inter, le parole che già infiammano il mercato

È alla luce di tutto ciò, quindi, che vanno lette le dichiarazioni rilasciate da Evelina Christillin a ‘La Gazzetta dello Sport’: “La squadra vista quest’anno non alimenta grandi speranze però, dopo la vittoria sulla Lazio, m’aspettavo qualcosa in più. Mi dispiace doverlo dire perché sono sempre stata un’allegriana convinta. Lui è sempre stato un risultatista ma i fatti lo stanno smentendo. Quando prendi un allenatore top e gli fai un contratto ricco e lungo inevitabilmente ti aspetti che incida“.

LEGGI ANCHE >>> Juve, basta errori sul mercato: la novità per gennaio cambia tutto

L’allenatore è importante – ha proseguito Christallinma non basta, se decidi di investire sul tecnico devi dargli anche una squadra all’altezza. Molti giocatori stanno dimostrando di non esserlo. Non hanno voglia di lottare. La Juventus non è più una squadra di grandi campioni, ma di parametri zero che però per ingaggio pesano tantissimo sui bilanci del club”.