“Era rigore”: Juventus-Inter, scoppia un altro caso dopo Calhanoglu

Il derby d’Italia tra Juventus ed Inter ha scatenato tante polemiche. Nella ripresa proteste per un altro episodio dubbio.

Il posticipo del trentunesimo turno della Serie A tra Juventus e Inter vede un match con molto in palio. Il primo tempo si è concluso tra le polemiche con i nerazzurri in vantaggio grazie ad un rigore molto contestato segnato da Calhanoglu.

Juve-Inter, l'arbitro Irrati in campo
Irrati (ANSA)

Emozioni a ripetizione per un derby d’Italia, come al solito, che ha tanto da offrire. Entrambe le squadre hanno protestato per episodi nel corso della gara ed ad inizio ripresa è stato il turno della Juventus. La squadra bianconera, si trova in svantaggio ed ha iniziato la ripresa all’attacco per provare a pareggiare i conti della gara.

Il club bianconero ha protestato per un fallo di Bastoni su Zakaria, a pochi centimetri dall’area di rigore. L’arbitro Irrati per diversi minuti ha aspettato notizie dal Var, ma alla fine ha assegnato calcio di punizione.

 

Juventus-Inter, social scatenati per il rigore non concesso ai bianconeri

Negli ultimi minuti, sui social, diversi tifosi bianconeri si sono lamentati per il rigore non concesso ed in tanti sostenevano che il contatto era rigore. Intervenuto ai microfoni di DAZN l’ex arbitro ed ora commentatore Luca Marelli ha spiegato il motivo di questa decisione arbitrale:

“Questo contatto era a cavallo dell’area di rigore, ma non c’è un’immagine chiara che stabilisca se il fallo è fuori oppure meno”.