Napoli in crisi, c’è la sentenza su Spalletti: presa di posizione in diretta

Il Napoli in piena crisi e alle prese con un problema tra Spalletti e la società: dopo le tante indiscrezioni, arriva la presa di posizione in diretta.

Non è stato un bel mese di aprile, quello del Napoli. Prima la sconfitta con la Fiorentina, poi il pareggio amaro con la Roma e, infine, la caduta disastrosa contro l’Empoli. Quest’ultima è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e portato la formazione di Luciano Spalletti a scavallare lo stato di crisi.

Spalletti in panchina
Spalletti (LaPresse)

Uno stato di crisi che, adesso, la società di Aurelio De Laurentiis sta provando a gestire come può. Prima il ritiro, poi i dissapori interni e ancora il clamoroso dietrofront sul ritiro stesso. Una via crucis che ha portato stamane il patron azzurro ad assistere all’allenamento del suo Napoli e a organizzarne una cena sanatoria in questa serata.

Insomma, contorni e sfumature di una squadra nell’occhio del ciclone. E con essa, il suo comandante Luciano Spalletti: “Stanno iniziando a rompergli le scatole… (volendo edulcorare, ndr)”, ha commentato in diretta Antonio Cassano, che alla ‘BoboTV’ ha sentenziato e preso posizione sull’allenatore toscano.

Cassano schiaffo a Totti
Cassano (LaPresse)

Napoli in crisi, Cassano difende Spalletti: “Come si fa a criticarlo?”

“Luciano ha preso una formazione a pezzi dopo il Verona e l’ha portata a giocarsi il campionato – continua Cassano – La sua è una stagione da 10 in pagella. Ha dato valore a tanti calciatori della sua rosa. Poi non voglio credere che all’81’ contro l’Empoli il Napoli sia crollato per la pressione… I tre gol sono uno peggio dell’altro. Una roba che non esiste al mondo”.

Di qui, Cassano difende Spalletti e attacca alcuni elementi della rosa azzurra: “Al questo Napoli servono dei calciatori che siano capaci di essere leader. Persone capaci di determinare e risolvere le partite importanti. I giocatori qua ne combinano una più di Bertoldo e i giornalisti criticano Spalletti… Dico io, ma come si fa? Qua Spalletti è l’unico da cui ripartire il prossimo anno, non si può parlare di disastro per lui. Non si possono criticare le sue scelte”, ha chiuso duramente l’ex fantasista della Roma.