Serie A, la top 11 della giornata 36: i migliori tra scudetto, Europa e salvezza

Sono le ultime battute di un campionato avvincente, nella top 11 della trentaseiesima giornata ci sono gli uomini-chiave tra lotta per la salvezza, Europa e scudetto.

C’è un po’ di tutto: la Lazio, protagonista di una prestazione scintillante contro la Sampdoria, comanda con tre uomini a rappresentarla. Lazzari è una risorsa, sposta gli equilibri sulla fascia destra, basta notare come propizia il gol di Luis Alberto.

Patric, in scadenza di contratto e promesso sposo del Valencia, ha segnato il suo primo gol in serie A coronando un’ottima prestazione anche a livello difensivo.

Luis Alberto ha dominato sul prato dell’Olimpico, con una prova da leader, indicando ai compagni come risalire il campo e segnando una rete favolosa, la più bella del weekend.

Il gol di Luis Alberto nella top 11
Luis Alberto (LaPresse)

Nella lotta per l’Europa c’è anche l’entusiasmante prova della Fiorentina nello scontro diretto contro la Roma. Hanno trascinato la Viola Bonaventura Nico Gonzalez, non solo per i gol ma come riferimento della fase offensiva a ritmi alti che ha espresso la Fiorentina.

Riguardo allo scudetto, Tonali Leao hanno trascinato il Milan al successo contro il Verona, Lautaro Martinez è stato la “testa di ponte” della rimonta dell’Inter contro l’Empoli.

A rappresentare la lotta salvezza ci sono Altare Criscito, autori di due reti fondamentali per le sorti di Cagliari e Genoa.

Da Vicario a Criscito, la difesa della top 11 di SerieANews

Subire quattro gol ed essere comunque il miglior portiere dell’ultimo turno? È accaduto a Vicario, portiere dell’Empoli, baluardo della squadra di Andreazzoli alla reazione con foga, cattiveria agonistica e forza fisica e tecnica espressa dall’Inter per rimontare dallo 0-2.

Vicario è caduto sotto i colpi di Lautaro Martinez e compagni ma ha compiuto anche tante parate, indimenticabili le tre di fila prima del sorpasso del “Toro” con la rete del 3-2.

Sarri in campionato ha escluso Lazzari dalla formazione iniziale in sedici delle trentadue occasioni in cui era disponibile, quindi nel 50% delle occasioni.

Nelle riflessioni da fare a fine stagione, è un dato di cui tener conto perchè Lazzari, quando è in condizione, è un esterno moderno che ha gamba, intensità, viene dentro al campo. Basta ricordare la percussione sul gol di Luis Alberto.

Prima rete in serie A e tanti interventi difensivi importanti, è stata la serata di Patric, una bella gioia considerando che dovrebbe essere agli sgoccioli della sua avventura laziale. Se il Cagliari riuscirà a salvarsi, Altare sarà il volto-copertina dell’obiettivo raggiunto perchè il gol al 99′ all’Arechi è troppo importante e prezioso per la squadra di Agostini.

Vale un discorso simile per capitan Criscito, il suo gol su rigore al 95′ contro la Juventus ha anche il sapore del riscatto dopo l’errore compiuto contro la Sampdoria.

Dalla Tonal Verona ai gol di Bonaventura e Luis Alberto, la mediana nella top 11 di SerieANews

Tonali è l’uomo simbolo del Milan, con i gol in casa di Lazio e Verona ha conquistato una fetta importante del primato rossonero.

Al Bentegodi ha segnato due reti valide e una annullata per fuorigioco, è stato l’uomo scelto da Pioli per riempire l’area di rigore, costruire l’anima verticale del Milan per bucare il Verona.

Tonali sfuggiva alla costruzione e andava dentro, così nasce la Tonal Verona, il ribaltamento della Fatal Verona del 1973 e del 1990.

Dal milanista Tonali all’ex rossonero Bonaventura, che di gol ne ha segnati due: uno valido, quello del 2-0, e l’altro annullato per il fuorigioco di Biraghi.

Luis Alberto contro la Sampdoria ha giocato da leader tecnico, conducendo la squadra alla vittoria. Una prova esaltante, da top player, impreziosita dalla fantastica giocata del gol.

Lautaro Martinez esulta per il gol
Lautaro Martinez (LaPresse)

Il tango argentino con Nico Gonzalez e Lautaro Martinez e il trascinatore Leao nell’attacco di SerieANews

Vai col tango, gli attaccanti argentini Nico Gonzalez e Lautaro Martinez sono stati decisivi in questo lungo weekend, dal venerdì al lunedì sera.

Lautaro è stato protagonista con una doppietta nella rimonta dallo 0-2 al 4-2 contro l’Empoli, l’autogol di Romagnoli e il gol di Sanchez completano la “remuntada”.

Nico Gonzalez si è procurato il rigore del vantaggio e in generale ha inciso sulla partita con le sue giocate, percussioni, guidando a ritmi alti gli attacchi verso la porta avversaria.

Lautaro Martinez sta facendo a pezzi le critiche subite nei momenti più difficili a suon di gol, nelle ultime cinque partite ha segnato cinque reti, è l’uomo che tiene l’Inter aggrappata alla speranza di fare l’ultimo sorpasso al Milan in chiave scudetto.

Leao sta salendo in cattedra, ancora con una volta con le sue accelerazioni e giocate sulla zona sinistra dell’attacco si sta rivelando protagonista e decisivo. Domenica a Verona ha ispirato la doppietta di Tonali facendo due assist. Sono sette i passaggi decisivi realizzati in campionato, nove stagionali con dieci gol in serie A e tredici considerando anche le coppe.

L’ambiente rossonero ha invocato tanto Leao, il talento portoghese sta venendo fuori, è uno degli uomini-chiave del Milan che sta facendo la differenza.