Roma, l’incontro di mercato può cambiare tutto: è successo all’improvviso

Roma, attenzione a quello che può succede sul fronte mercato. Spunta fuori l’incontro a sorpresa che rischia di cambiare i piani di Mourinho.

La vittoria della Conference League è stato un punto di inizio importante, ma adesso la Roma non vuole fermarsi. Anzi, i giallorossi vogliono ripartire da dove avevano concluso la scorsa stagione, nella speranza di inaugurare un ciclo nuovamente vincente.

Mourinho in panchina
Mourinho (LaPresse)

Farlo però non sarà semplice. Anche per le concorrenti si preannunciano agguerrite e rinforzarsi sul mercato è impresa tutt’altro che semplice. Ragion per cui, il DS Tiago Pinto lavora per trovare le migliori occasioni in giro per l’Europa.

L’arrivo di Matic dà morale alla piazza e alla dirigenza, anche se la situazione legata al rinnovo o meno di Nicolò Zaniolo aggiunge incertezza attorno al progetto tecnico di José Mourinho.

Zaniolo palla al piede
Zaniolo (LaPresse)

 Roma, incontro con Paratici: il Tottenham cerca compratori per gli esuberi, ma occhio a Zaniolo

Lo stesso Zaniolo che è da sempre pallino di mercato per Fabio Paratici. Il DS del Tottenham era quest’oggi a Milano, dove ha incontrato le delegazioni e i direttori di diversi club italiani. Non solo la Juventus, ma anche e soprattutto la Roma, come rivelato dal collega di ‘Sky Sport’, Gianluca Di Marzio.

Secondo quanto riportato dal noto esperto di calciomercato, gli Spurs starebbero cercando compratori per diversi esuberi all’interno della rosa allenata da Antonio Conte. In particolare per Bryan Gil (che piace alla Juve) e per Joe Rodon.

Quest’ultimo piace molto alla Roma, con Mourinho che lo stima dai tempi sulla panchina del Tottenham, ma attenzione alle richieste del Tottenham. Lo stesso Tottenham di Fabio Paratici che adesso rischia di stravolgere i piani di mercato della Roma, ragionando su un eventuale affondo per Zaniolo. I giallorossi, però, non intendono fare sconti: servono almeno 50 milioni di euro per lasciar partire l’ex Inter.