Radu, l’agente: “Punta al ritorno all’Inter, nella Cremonese ambiente ideale”

Ai microfoni di SerieANews.com, l’agente di Ionut Radu, Oscar Damiani, traccia il momento del suo assistito. E analizza il prossimo scontro con l’Inter.

La delusione dell’errore contro il Bologna resta ancora nella mente di tutti i tifosi interisti. E soprattutto in quella di Ionut Radu, che nell’avvio di questa stagione ha vissuto i fantasmi di quella appena passata, nel rocambolesco finale di Fiorentina-Cremonese.

Radu in porta
Radu (LaPresse)

Di lì, però, la reazione del portiere scuola Inter è stata netta, complice anche un ambiente che lo ha coccolato e aiutato dopo lo scivolone del Franchi. “Ionut sta bene, anche se manca ancora qualche risultato che aiuterebbe la Cremonese a lottare per la salvezza”: commenta così ai microfoni di SerieANews.comOscar Damiani, agente di Radu.

“Ha trovato un ambiente che gli ha dato grande fiducia – continua il procuratore – Che lo sta seguendo e che gli vuole un gran bene. Per carità, senza nulla togliere al passato dove c’era sempre pronta la critica, ha trovato una Cremona davvero positiva. E questo lo aiuta a fare bene in campionato. Spera di fare una bella annata e portare la squadra alla salvezza”.

Radu in porta
Radu (LaPresse

Verso Inter-Cremonese, l’agente di Radu ai microfoni di SerieANews.com

Di qui, Damiani si sposta sul rapporto tra Radu ed il tecnico Alvini: “È ottimo, è un allenatore fantastico. Anche quando c’è stato l’episodio sfortunato di Firenze, lo ha aiutato e confortato. Ionut è una cosa che ha apprezzato molto. Anche i tifosi della Cremonese si sono dimostrati vicinissimi a lui, abbiamo ricevuto tanti messaggi di affetto. E questo è qualcosa di davvero bello”.

Adesso, però, la Cremonese è chiamata alla trasferta di San Siro. Una gara particolare, quella contro l’Inter. Soprattutto per Radu, anche se il suo agente assicura: “Nessuna rivincita e nessun veleno, anzi. Il ragazzo sarà sempre riconoscente nei confronti dei nerazzurri, che lo hanno voluto da giovanissimo. Lui è stato campione italiano Primavera, con l’ambiente Inter c’è ancora tanto rispetto e riconoscenza. Il suo unico obiettivo è fare bene quest’anno, a partire da San Siro. E tornare tra un anno dopo aver dimostrato di meritarsi l’Inter”.