Fantacalcio Gabbiadini, come cambia la Sampdoria: consigli e dettagli

Fantacalcio Gabbiadini FANTACALCIO GABBIADINI – “Sono molto contento di ritrovare la Sampdoria. Ci siamo voluti a vicenda”. Queste le prime parole da blucerchiato di Manolo Gabbiadini, appena sbarcato nell’aeroporto di Linate, a Milano. Torna a Genova a quattro anni di distanza, dopo le esperienze con il Napoli e la più recente con il Southampton. Con la Sampdoria, l’attaccante, classe 1991, aveva collezionato 47 presenze e realizzato 15 gol. Domani effettuerà le visite mediche e poi si unirà ai nuovi compagni.

-> Leggi anche Calciomercato Sampdoria, Gabbiadini a un passo: domani le visite mediche

I dettagli dell’accordo

La Sampdoria lo ha pagato complessivamente 12 milioni: tre subito per il prestito oneroso e 9 milioni come riscatto obbligatorio a fine stagione. In uscita adesso c’è l’attaccante polacco Dawid Kownacki che è richiesto dallo Stoccarda. Gabbiadini ha firmato un contratto di quattro anni e mezzo, guadagnerà circa 1,5 milioni all’anno diventando con Denis Praet il calciatore più pagato della rosa. Dall’Inghilterra rimbalzano altre curiosità legate al suo contratto: è previsto un bonus in caso di raggiungimento di un certo numero di gol fino al prossimo gennaio. E un altro è stato fissato se la Sampdoria dovesse raggiungere la qualificazione in Europa League.

-> Leggi anche Sampdoria, Gabbiadini dice si e c’è l’accordo con il Southampton

Fantacalcio Gabbiadini, come cambia la Samp

L’investimento economico profuso, e l’ingaggio concesso sono la prova provata che Manolo Gabbiadini sarà un titolare fisso della Sampdoria di Giampaolo nel girone di ritorno. Chi gli farà spazio? Il maggior indiziato a sedersi in panchina è Gianluca Caprari che nella seconda parte del girone di andata aveva scalzato Gregoire Defrel protagonista assoluto della prima parte della stagione blucerchiata. Per il calciatore in prestito dalla Roma ben 5 reti nelle prime 7 giornate di campionato e poi un progressivo scivolamento tra i rincalzi complice anche un problema muscolare. Il nostro consiglio è di “mollare” proprio Defrel e di puntare forte sull’ex Southampton, uno che con la porta ha sempre avuto una discreta confidenza e che con Quagliarella come partner non può che aumentare il potenziale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *