Juventus-Udinese, Nicola: “Prova insoddisfacente. Commessi troppi errori”

Nicola Udinese

JUVENTUS UDINESE 4-1 LE PAROLE DEI TECNICI – Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Davide Nicola, tecnico dell’Udinese, ha parlato della sconfitta contro la Juventus: “Siamo scesi in campo e non siamo riusciti a fare molte delle cose che ci eravamo prefissati. La prestazione non ci soddisfa, nel primo tempo l’essere passati in svantaggio dopo un quarto d’ora non ha agevolato la gara. Non siamo stati aggressivi, uscivamo fuori tempo quando organizzavamo il pressing, non siamo stati precisi e coordinati come in altre occasioni. C’è la bravura della Juventus, ma anche demerito nostro. Nella ripresa abbiamo provato ad alzare il baricentro, ma commettendo troppi errori. Ci mancava segnare fuori casa, il gol di Lasagna è l’unico aspetto positivo. Inoltre non eravamo numericamente al top”.

LEGGI ANCHE: Juventus-Udinese, Allegri: “Contro l’Atletico con un solo terzino”

Juventus-Udinese, Nicola: “Stasera abbiamo fatto male in difesa”

L’allenatore bianconero ha quindi proseguito sul motivo per cui Lasagna, Pussetto e De Paul non giocano insieme titolari: “L’equilibrio è fondamentale, qualunque sia il modulo. Noi facciamo coesistere tre attaccanti solitamente, Okaka stasera non era disponibile. I tre citati sono quelli col miglior tasso tecnico, ma stasera abbiamo fatto male in difesa. Siamo stati poco organizzati nelle uscite e un po’ morbidi”.

LEGGI ANCHE: Pagelle Juventus-Udinese 4-1, highlights e tabellino del match – VIDEO

Juventus-Udinese, Nicola: “Contro squadre di questo rango bisogna fare un passo in avanti”

Nicola ha infine detto la sua sul percorso fatto fino a questo momento nel corso di questa stagione: “Parlando della mia gestione, abbiamo usato più moduli e difettato nell’equilibrio. Abbiamo cercato di puntellare le nostre priorità e, a parte la gara di stasera e quella contro la Sampdoria, l’equilibrio lo stavamo ottenendo. Bisogna comunque considerare che molti calciatori sono alla prima esperienza in questo campionato, altri sono out da tempo. Contro squadre di questo rango, però, bisogna fare un passo in avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *