Calciomercato, Marino a Sportnews anticipa le mosse delle big: “Modric all’Inter, Ibra-Milan Probabile. Cavani tornerà a Napoli”

Calciomercato Marino
foto Twitter @PierpaolMarino
Calciomercato Marino
foto Twitter @PierpaolMarino

Tra poco più di un mese apre i battenti la sessione invernale della fiera dei sogni, il calciomercato Marino, ex dirigente di Napoli, Roma, Udinese e Atalanta, grande scopritore di talenti ha anticipato in esclusiva a SportNews.eu. le mosse delle big. Ecco cosa ha detto.

Calciomercato Marino anticipa le mosse delle big

Napoli e Inter, chi ha più possibilità di qualificarsi agli ottavi di Champions League?
“Il Napoli. E’ vero che a Liverpool sarà difficle e praticamente uno scontro diretto, ma ha a disposizione più risultati. L’Inter è penalizzata perchè la sua qualificazione dipende anche dalla gara di Barcellona”.

Un Napoli che va a due velocità: bene in Europa, in Italia è già a -8 dalla Juventus. Dopo lo stesso numero di giornate, Sarri aveva più punti di Ancelotti…
“Il Napoli ha sbagliato due match, contro il Chievo e in casa della Sampdoria. Per il resto è stato all’latezza di quello allenato da Sarri. Comunque è la Juve che va troppo forte. In Champions Ancelotti ha motivato di più la squadra, quest’anno l’Europa credo sia un obiettivo, non come nella passata stagione in cui sembrava quasi un fastidio”.

Lunedì Atalanta-Napoli, lei è stato dirigente di entrambe. Per chi tifa?
“Non mi faccia questa domanda. Sono legato ad entrambe le squadre. Qualunque risultato andrà bene per me. Per il Napoli sarà molto difficile a Bergamo”.

Il ritorno di Cavani al Napoli resta una suggestione o è possibile?
“E’ possibile. Cavani ha sempre confessato agli amici che vuole chiudere la sua carriera a Napoli. Non so se avverrà a giugno prossimo ma prima o poi tornerà”. Un potenziale ritorno del Matador che potrebbe scombussolare i piani di ogni fantallenatore e di tutte le leghe fantagazzetta

Ibrahimovic al Milan a gennaio?
“Molto probabile”.

Un altro giocatore di cui si parla in questi giorni è Rodrigo De Paul, 24enne centrocampista argentino dell’Udinese. Pare ci sia un derby tra Roma e Lazio per averlo…
“Secondo me deve ancora dimostrare continuità per ambire ad una grande squadra. Questo è il primo campionato che gioca a certi livelli”.

-> Leggi anche Napoli, Ancelotti vuole allenare Cavani: “mi piacciono i giocatori bravi”

I colpi di gennaio e quelli di giugno

Secondo lei quale sarà il grande colpo di mercato tra gennaio e giugno?
“Ibra a parte, a gennaio non credo ce ne saranno. A giugno invece mi aspetto che l’Inter prenderà Modric dal Real Madrid”.

A proposito di Real. Come detto, Modric potrebbe andare via, si parla anche di Isco e Marcelo destinati all’addio. Lo scorso anno Cristiano Ronaldo. Come spiega questa “fuga” da Madrid?
“Ha inciso molto la partenza di Zidane che riusciva a tenere lo spogliatoio unito. Era un grande gestore. Sostanzialmente svolgeva il doppio ruolo di allenatore-dirigente. Evidentemente Florentino Perez non ha sui giocatori un ascendente tale da trattenerli “.

Marotta all’Inter?
“Sarà un valore aggiunto. Aiuterà l’Inter ad avvicinarsi alla Juventus”.

Pierpaolo Marino quando tornerà “in campo”?
“Al momento non prevedo di rientrare, a meno che non ci sia un’occasione che mi interessa. Sono stato vicino ad un grande club ma poi non si è fatto nulla”.

River Plate-Boca Juniors, il ritorno della finale della Copa Libertadores si giocherà a Madrid per motivi di sicurezza. Una sconfitta del calcio argentino?
“Una sconfitta della Federazione sudamericana che organizza la manifestazione. Queste cose succedono in Argentina, dove si vive senza regole. Comunque è clamoroso che la Coppa sudamericana si assegnerà in un altro continente”.

-> Leggi anche Milan, Higuain apre a Ibrahimovic: “E’ sempre un grande giocatore”