Collovati, scuse dopo frasi sessiste ma ora rischia sospensione

Collovati

CollovatiCOLLOVATI, caso in Rai- Hanno fatto discutere e molto le frasi pronunciate dal campione del mondo ’82 Fulvio Collovati durante l’ultima puntata de La Domenica Sportiva. L’ex calciatore e ora opinionista tv, intervenendo in gamba tesa nella questione Icardi-Inter-Wanda Nara, si è lasciato scappare delle parole pesanti contro le donne, e in particolare le donne coinvolte nel mondo del calcio.

Quello del calcio femminile è un mondo in rapida espansione e che sta raccogliendo sempre maggiore seguito, Collovati però (forse ignaro di ciò) ha voluto dire la sua sul binomio donne e pallone. “Quando sento una donna, anche le mogli dei calciatori, parlare di tattica mi si rivolta lo stomaco. Non ce la faccio! Se tu parli della partita, di come è andata e cose così, bene. Ma non puoi parlare di tattica perché la donna non capisce come un uomo, non c’è niente da fare“. Le frasi da Medioevo di Collovati, che hanno in un primo momento scatenato ilarità in studio, subito sostituita da una buona dose di commenti negativi degli altri ospiti in studio. Subito attaccato Collovati ha confermato l’idea che l’uomo capisca più di tattica di una donna, anche delle donne che lavorano nel mondo calcistico. A un giorno e mezzo di distanza da quell’infelice uscita, le scuse pubbliche arrivate via social.

Leggi anche: Wanda, lacrime per Maurito

Collovati, rischio sospensione

Mi scuso se le frasi pronunciate in chiusura di trasmissione a “Quelli che il Calcio” ha scritto l’ex giocatore della Roma “pure in un clima goliardico, abbiano urtato la sensibilità delle donne. Me ne dispiaccio ma non era mia intenzione offendere nessuno, chi mi conosce sa quanto io rispetti l’universo femminile”.

Scuse che, forse, non eviteranno al commentatore e opinionista tv di evitare una sospensione dalle trasmissione da parte della Rai. Secondo quanto riportato da La Repubblica infatti i vertici aziendali si sarebbero molto irritati dalle frasi di Collovati, tanto da diramare un comunicato in cui si afferma che la Rai si impegna a promuovere la formazione tra i propri dipendenti, operatori e collaboratori esterni affinchè in ogni trasmissione sia sempre utilizzato un linguaggio rispettoso.