Serie A, Squalificati 26 giornata: Cagliari con l’Inter senza Deiola

Squalificati 26 giornata
CAGLIARI, ITALY - FEBRUARY 04: Alessandro Deiola of Cagliari looks onduring the Serie A match between Cagliari and Atalanta BC at Sardegna Arena on February 4, 2019 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)
Squalificati 26 giornata
CAGLIARI, ITALY – FEBRUARY 04: Alessandro Deiola of Cagliari looks onduring the Serie A match between Cagliari and Atalanta BC at Sardegna Arena on February 4, 2019 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

SQUALIFICATI 26 GIORNATA- Il giudice sportivo della Lega Serie A Gerardo Mastrandra ha emesso sentenza per quel che riguarda l’elenco degli squalificati in vista della 26 giornata di Serie A. Vediamoli nel dettaglio.

Squalificati 26 giornata

Sono cinque i calciatori che sono stati squalificati, tutti per un turno. Fra i calciatori espulsi, Mastrandrea ha squalificato per una giornata (e ammonito) Alfred Duncan (Sassuolo) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Sesta sanzione)e per essersi resto responsabile di un fallo grave di gioco. Fra i calciatori non espulsi sono stati squalificati per una giornata Alessandro Deiola (Cagliari) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione); Albin Ekdal (Sampdoria) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione), Përparim Hetemaj (Chievo) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione) ed Erick Antonio Pulgar Farfán (Bologna) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

-> Leggi anche: Pagelle Sassuolo-Spal 1-1, highlights e tabellino del match – VIDEO

Le altre sanzioni

Tra i dirigenti, ammenda di 5 mila euro con diffida per Gianluca Petrachi del Torino “per aver usato toni offensivi discutendo con l’Arbitro, al termine del primo tempo, nel corridoi che adduce agli spogliatoio”. Ammenda di 5 mila euro al Frosinone, per lancio di oggetti in campo, e di 3 mila euro al Sassuolo, per la presenza di una persona non autorizzata negli spogliatoi che ha ingiuriato l’arbitro.