Sampdoria-Lazio, Inzaghi in conferenza: “In campionato 5 finali”

(Photo by Marco Rosi/Getty Images )
(Photo by Marco Rosi/Getty Images )

SAMPDORIA LAZIO, INZAGHI parla in conferenza – Dopo la conquista della finale di Coppa Italia per la Lazio è tempo di rituffarsi in campionato. I biancocelesti, reduci dalla vittoria di San Siro mercoledì scorso, devono riuscire a ripartire anche in Serie A ma per farlo non hanno certo a disposizione la partita più semplice. Inzaghi e i suoi ragazzi, che domenica scorsa hanno clamorosamente perso in casa contro il Chievo Verona, saranno ospiti di una Sampdoria che non vuole mollare le residue speranze di un posto in Europa League.

E’, classifica alla mano, un vero scontro diretto tra genoani e capitolini: Quagliarella e soci in caso di vittoria salirebbero a quota 51 punti, portandosi a -1 proprio dalla Lazio che a sua volta dista 4 lunghezze dalla zona Champions. I punti in palio dunque sono importanti, considerando anche che una tra Torino e Milan perderà punti.

Leggi anche: Lazio, vittoria a San Siro e finale di coppa raggiunta

Sampdoria Lazio, Inzaghi in conferenza stampa

Parlerà alle ore 15:00 da Formello mister Inzaghi. Il tecnico biancoceleste ha archiviato il passaggio alla finale di Coppa Italia e vuole i suoi ragazzi sul pezzo per ripartire anche in campionato. A 5 gare dalla fine sono 4 i punti di distanza dalla Champions, ma la Lazio dovrà evitare figure, e prestazioni, come quella contro il Chievo per non veder scappare via la quarta piazza.

Cos’è cambiato tra la partita di campionato con il Chievo e la semifinale di Coppa Italia con il Milan?
Innanzitutto che siamo rimasti in undici. In dieci uomini a Milano non avremmo fatto la stessa partita, lo stesso vale per il Chievo: se fossimo rimasti in undici forse avremmo vinto. Comunque dobbiamo solo guardare avanti. Abbiamo raggiunto la terza finale in tre anni, è un ottimo obiettivo. Ora pensiamo alla Samp, poi ci sarà l’Atalanta, il Cagliari e a quel punto si penserà alla finale di Coppa Italia.
Ci sono dei rimpianti, soprattutto per i punti persi con le piccole?
Non ci si può fare nulla, ora guardiamo al futuro che è la Sampdoria. Lora hanno qualità e individualità importanti. Noi siamo reduci dalla partita di mercoledì, molto tirata. Ma ho visto bene i ragazzi e domani sceglierò la formazione che mi darà maggiori garanzie. Dopo la vittoria con l’Inter a San Siro abbiamo un po’ pagato a livello psicologico mollando la presa, eppure mi ero raccomandato di non farlo. Può succedere dopo aver raggiunto traguardi importanti. La squadra comunque è matura.
Cosa ci si deve aspettare dalle ultime cinque giornate di campionato?
Abbiamo l’obbligo di sapere che per noi mancano sei partite, tutte e sei devono essere delle finali. Ci aspettano gare certamente non semplici, ma noi dobbiamo affrontarle nel migliore dei modi. Vogliamo l’Europa anche attraverso il campionato.