Torino-Milan 2-0, Gattuso lucido: “Primo resposanbile sono io”

Gattuso Sampdoria Milan
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
Gattuso Sampdoria Milan
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Torino Milan 2-0, Gattuso fa mea culpa – Non è decisamente un momento facile per il Milan che, in un colpo solo, a Torino perde il quarto posto e anche i nervi. La sconfitta dei granata certifica la crisi rossonera, il rosso per proteste (applausi) di Romagnoli certifica un problema di tenuta mentale che in questo momento sta compromettendo la corsa alla Champions della squadra di Gattuso.

Vittoria fuori discussione per il Torino che sale a -2 dal quarto posto ora occupato dalla Roma e che infiamma la volata finale per un piazzamento in Champions. Per recuperare terreno, e soprattutto morale, ci vorrà molto lavoro mentale di Gattuso per rimettere in carreggiata i suoi ragazzi.

Leggi anche: Milan, pesante ko a Torino

Torino-Milan 2-0, parla Gattuso

E’ un Rino Gattuso lucido quello che commenta il ko dello stadio Grande Torino. Ai microfoni di Sky Sport il tecnico rossonero analizza la partita: “Siamo stati condannati da un episodio, la squadra era viva e sapeva cosa fare. In questo momento gira così e bisogna assumersi le responsabilità, oggi si è fatta fatica ma abbiamo fatto quello che dovevamo fare, qualche pericolo l’avevamo anche creato“.

Gattuso poi mette in luce quelli che sono i problemi, soprattutto mentali, della squadra e fa mea culpa per il momento dei suoi: “La squadra si impegna ma in questo momento facciamo fatica. Ci divertiamo meno di due mesi fa, non siamo brillantissimi e pensiamo troppo, e pensare troppo quando la squadra è così giovane spesso è deleterio. Vorrei sempre gli occhi della tigre ma ultimamente stiamo facendo figuracce e il primo responsabile sono io“.

Dopo il rigore abbiamo perso la testa ma questo ci sta dato il periodo dal quale veniamo.” ha detto un Gattuso rammaricato per la sconfitta di Torino.