Sassuolo sogna da grande, l’origine e i segreti di De Zerbi

Sassuolo De Zerbi
Berardi ha realizzato il 2-0 contro il Verona (Getty Images)

La sorpresa più bella della stagione è il Sassuolo di Roberto De Zerbi. La trasferta di Verona ha confermato che i neroverdi non soffrono di vertigini e hanno le qualità per continuare a stazionare nella parte alta della classifica. Quanto in alto lo dirà il tempo, intanto al Bentegodi Berardi e compagni hanno mandato un segnale di crescita.

Il Sassuolo alle sue qualità ha aggiunto anche il cinismo. Contro l’Hellas Verona non è stata la migliore partita della formazione di Roberto De Zerbi tuttavia alla fine i neroverdi sono riusciti a cogliere il successo mantenendo la propria porta inviolata. Ci sono riusciti con una buona dose di fortuna (l’Hellas ha colpito 3 legni) e un ottimo consigli).

Non solo fortuna però alla base del successo della squadra di De Zerbi perché il Sassuolo quando ha il pallone tra i piedi dimostra di saperci fare. E in questo momento ha un calciatore attraversato da una luce speciale, Domenico Berardi, capace di trasformare in oro ogni pallone che tocca. L’attaccante calabrese ha servito il pallone del vantaggio a Boga e poi si è messo in proprio per il 2-0.

LEGGI ANCHE >>> De Zerbi aspetta una big: le parole sul contratto sono chiare

sassuolo de zerbi
Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo (Getty Images)

 

Sassuolo, De Zerbi architetto di una squadra che diverte

La squadra di De Zerbi ha assimilato da tempo lo spartito del suo allenatore, gioca bene, si diverte e fa divertire chi la osserva. La vetta della classifica accarezzata per qualche ora è il culmine di una stagione partita benissimo per i sassolesi, ai quali non mancano i calciatori di qualità, tanto da riuscire a rifornire pure la Nazionale di Mancini con 3 elementi, Berardi, Locatelli e Caputo.

Al Bentegodi, il Sassuolo ha ritrovato pure Jeremie Boga, autentico fattore di De Zerbi nel passato campionato. Il campionato del francese è partito in ritardo a causa del Covid ma adesso la sua condizione è migliorata e si candida a ripetere le prodezze che lo hanno portato sulla bocca di tutti qualche mese fa quando ha fatto ammattire le difese avversarie con i suoi spunti in velocità.

Il segreto principale del Sassuolo risiede però in panchina. Roberto De Zerbi sta proseguendo la sua gavetta in silenzio ma è destinato a guadagnarsi presto la panchina di una grande. Il tecnico bresciano propone un calcio europeo, fatto di attacchi posizionali e spazi. L’Italia, dopo il Chievo, ha trovato un altro angolo di periferia con cui sognare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Serie A, la cronaca di Verona-Sassuolo 0-2

Lazio-Sassuolo, De Zerbi: “Oggi è successo qualcosa di molto grave”