Il rinnovo di Dybala non arriva, Paratici prova a fare chiarezza

perugia juventus paratici suarez
Fabio Paratici (GettyImages)

Il rinnovo di Dybala è uno degli argomenti maggiormente discussi in casa Juventus, Paratici ha provato a fare chiarezza.

Quello di Paulo Dybala è un avvio di stagione stagnante, uno di quelli che di sicuro non scaldano gli entusiasmi dei tifosi della Juventus. Per l’attaccante argentino, infatti, i numeri sono impietosi e lasciano trasparire uno stato di forma ancora precario ed un integrazione con le idee di Pirlo che tarda ad arrivare.

Al momento, infatti, soltanto un gol per la Joya (quello contro il Ferencvaros lo scorso 4 novembre), mentre in campionato l’attaccante bianconero non si è ancora iscritto al tabellino dei marcatori. Un Dybala, dunque, che è alla ricerca della strada migliore per uscire da un periodo non particolarmente brillante.

Dybala all’ombra del rinnovo

Una delle questioni che probabilmente tengono distratto il giocatore è senza dubbio la questione del rinnovo, con contratto in scadenza 2022, che tarda ad arrivare. Se ne parla ormai da diversi mesi, eppure gli elementi che stanno ritardando la tanto agognata firma sono tanti.

Fabio Paratici, nel pre partita della sfida contro il Ferencvaros, ha toccato l’argomento ai microfoni di Sky Sport, provando a stemperare i dubbi sulla volontà, da parte di ambo le parti, di andare avanti insieme senza alcun tipo di remora.

LEGGI ANCHE >>> Da Dybala a Calhanoglu, la Serie A ‘manda via’ i numeri 10

Paulo Dybala
Paulo Dybala – GettyImages

Le parole del ds

“Questo è un discorso complicato e che non affronterei in questo momento. Con Dybala siamo in ottimi rapporti. Stiamo parlando sempre e stiamo affrontando questo tema del rinnovo giornalmente, settimanalmente”, ha spiegato Paratici ai microfoni di Sky Sport, chiarendo dunque la volontà delle parti di andare avanti insieme ma al tempo stesso con la necessità di tempo per l’accordo.

“Vedremo nelle prossime settimane. Ripeto, questo è un argomento molto più ampio che non riguarda solo il calcio o solo lo sport in generale, ma tutto il mondo del lavoro”, ha chiosato sull’argomento lo stesso Paratici. Chiaro che i ritardi sono dovuti anche alla questione Coronavirus ed il momento difficile che vive il nostro calcio. Anche se i malpensati avranno un’opinione diversa.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Le due squadre italiane che hanno più bisogno di Milik

La Lazio secondo Eriksson, la fiducia in Inzaghi e poi Ibra: “Con lui si vince”