Le due squadre italiane che hanno più bisogno di Milik

Milik Polonia
Milik (Getty Images)

Milik a gennaio tornerà sul mercato: in Italia ci sono due società nelle quali l’attaccante polacco potrebbe rilanciarsi a gennaio

Ad un certo punto dovrà pur scocciarsi di guardare gli altri tenendo a bada l’impulso di scendere in campo a fare due tiri. Si starà sentendo come un bambino con la febbre, Milik, mentre scruta dalla finestra gli amici divertirsi, con la differenza che sta benissimo e, anzi, investe il suo tempo dando un’occhiata al conto in banca che comunque si gonfia anche senza sudare. Ma si diventa calciatori per passione e quest’attesa snervante non potrà durare in eterno.

Per questo Milik, a gennaio, lascerà il Napoli. Difficile credere possa restar fermo altri sei mesi e ancor più complicato immaginare il Napoli arrendersi all’idea di perderlo a zero. Per il trionfo del buon senso, qualcosa in inverno dovrà succedere. Allora, riflettendoci: dove può andare Milik? Escluso l’estero, dove le possibilità sono potenzialmente molteplici, quali sono le società italiane che avrebbero bisogno nell’immediato di uno come lui?

LEGGI ANCHE >>> Inter-Real, la frecciata di Conte alle critiche e alle “lacrime” dei blancos

L’Inter e quella richiesta mai soddisfatta di Conte

Uno come Milik, un attaccante comunque di valore, che garantisce gol e peso specifico all’attacco, potrebbe far comodo all’Inter. Conte ha chiesto un vice Lukaku, la società gli ha proposto Pinamonti ma il seppur forte centravanti nerazzurro è ancora considerato troppo acerbo e rischia di perdere fiducia stando in panchina aspettando in eterno il suo momento. La società lavora ad un’idea, resta in superficie quella di Giroud, altrimenti Milik. Ma il polacco accetterebbe di fare la riserva di Lukaku?

Conte pazza Inter rimonte
La grinta di Conte (Getty Images)

Il suo pensiero è molto chiaro: si metterà in discussione solo alla Juventus, il suo sogno, viceversa cercherà un club dove essere protagonista. Ma a gennaio, dopo aver passato l’ultima estate a rifiutare qualsiasi proposta, sarebbe rischioso insistere sui principi. L’Inter di Conte propone due punte e gioca ogni tre giorni, Champions permettendo: Milik potrebbe alternarsi a Lukaku ma, volendo, potrebbe anche giocare al suo fianco, rientrando nelle rotazioni che coinvolgono anche Lautaro e Sanchez.

La Fiorentina non ha ancora capito chi è il centravanti

Se Milik vuole rilanciarsi sul serio, dovrebbe accettare ad occhi chiusi la proposta della Fiorentina. Certo, il momento non è dei migliori, ma la proprietà è ambiziosa e cerca da tempo un centravanti titolare. In estate la corte fu serrata – con un ingaggio importante – ma vana. A gennaio potrebbe ripresentarsi l’occasione. Tra Vlahovic, Cutrone e Kouamé, toccherà a Prandelli scegliere il suo centravanti di fiducia. Nessuno, al momento, offre garanzie. Milik sì. Non sarà mai Batistuta, forse neppure Mario Gomez, ma resta una garanzia per il campionato italiano. Giocherebbe subito e sarebbe titolare. Basta volerlo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Inter, scambio Isco-Eriksen: c’è la svolta mercato, i dettagli

Conte, è pazza Inter, tutte le rimonte più emozionanti dei nerazzurri