Juventus, perché Andrea Pirlo merita ancora fiducia

juventus pirlo
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus (Getty Images)

Il tecnico bianconero della Juventus Pirlo ha gli stessi numeri di Conte (17 punti), Allegri fece peggio ma Sarri resta il migliore

La Juventus di Andrea Pirlo stenta a decollare ma non è la prima volta che i bianconeri comincino in maniera poco brillante durante il proprio interregno. Conte si presentò con gli stessi numeri, Allegri fece anche peggio alla sua seconda stagione. Sarri resta il migliore.

Il pareggio di Benevento ha fatto precipitare la Juventus nuovamente nell’incertezza. Le ultime vittoria sembravano aver risolto quasi tutte le difficoltà della squadra di Pirlo ma contro Pippo Inzaghi Bonucci e soci hanno capito di non aver raggiunto ancora la completa maturità. La vittoria sofferta e in extremis contro il Ferencvaros era riuscita a mascherare i problemi, riaffiorati però al “Vigorito”.

Senza Cristiano Ronaldo, ancora una volta, la Juventus ha faticato a prendersi il bottino pieno. Non è la prima volta che succede in questa stagione. Il bilancio in campionato segna 17 punti in 9 partite frutto di 4 vittorie e 5 pareggi. Se il Milan oggi dovesse vincere distanzierebbe i bianconeri di 6 lunghezze.

LEGGI ANCHE >>> Pirlo ha distrutto Dybala: Juve scegli tra il Maestro o la Joya

Juventus Pirlo

Maurizio Sarri (Getty Images)

Juventus, Pirlo non è il peggiore: Allegri fece peggio

La Juventus comunque non ha perso la pazienza nei confronti di Pirlo. In estate, la scelta ha sorpreso tutti ma i dirigenti bianconeri non sono affatto pentiti. Confidano pienamente nelle capacità di Andrea Pirlo di emergere da questa stagione. Il passato dà fiducia.

Nel suo primo anno alla Juventus pure Antonio Conte registrò gli stessi numeri nelle prime nove giornate: 4 vittorie e 5 pareggi, 17 punti. Il processo di maturità della sua squadra richiese molto tempo ma alla fine fu fondamentale per raggiungere uno scudetto insperato.

Fece meglio Allegri al suo arrivo: 7 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, 22 punti totali. Non si può dire lo stesso però per il secondo anno del tecnico toscano sulla panchina della Juventus. La stagione 2015-2016 rimane quella con la partenza peggiore. In quel caso 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte diedero a Buffon e compagni soltanto 12 punti. Una miseria.

Il miglior approccio fu quello di Sarri. L’allenatore napoletano nella passata stagione conquistò 23 punti. Arrivarono, infatti, 7 vittorie e 2 pareggi. Nonostante la partenza sprint e lo scudetto a fine stagione la Juventus ha deciso di concludere il suo rapporto con il tecnico per avviare un ciclo differente. Due mesi dopo i bianconeri di Pirlo hanno ancora bisogno di tempo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Juventus deludente a Benevento: Ronaldo invia un sms a Pirlo

Calciomercato Juventus, sogno Vinicius: ecco come realizzarlo