Conte sprofonda, l’Inter ci prova ma fallisce: addio Europa

Lautaro, Inter
Lautaro, Inter - GettyImages

L’Inter esce dalla Champions League e termina ultima nel suo girone, soltanto 0-0 al Meazza contro lo Shakhtar Donetsk. 

Un epilogo dai risvolti drammatici, terribili alla vigilia di questa fase a gironi di Champions League. L’Inter termina sullo 0-0 la partita contro lo Shakhtar Donetsk, risultato che sancisce il tracollo dei nerazzurri.

La squadra di Conte saluta di fatto l’Europa intera, terminando all’ultimo posto in classifica anche in virtù della vittoria del Real Madrid contro il Borussia M’Gladbach. Un finale dal sapore amaro, soprattutto per l’incapacità da parte della squadra di casa di vincere una partita che andava vinta per forza di cose.

L’Inter aveva il destino tra le proprie mani, una vittoria avrebbe garantito la permanenza in Europa, che invece saluta in maniera ingloriosa Lukaku ed i suoi. Uno 0-0 al quale manca incisività, concretezza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inter
Inter – GettyImages

L’Inter ci prova, ma Lukaku&co non bastano

Se poi il primo tempo incarna un avvio sprint, il rimpianto è ancora più grande. La traversa di Lautaro in avvio è un segnale di quanto l’Inter avesse fame, voglia di andare avanti e conquistare gli ottavi.

Lukaku, il solito, ci ha provato poi per tutta a partita. La difesa dello Shakhtar ha concesso tanto, molto più di quanto non abbia fatto il portiere Trubin. Interventi decisivi sull’attaccante belga ma anche su Lautaro.

LEGGI ANCHE >>> Atalanta, caso Gasperini: arriva la frecciata di Gomez

Un Inter propositiva, nella seconda parte del match anche sfilacciata, nel tentativo di sbilanciarsi alla ricerca del gol decisivo. Ma ci sono partite che nascono male, storte, e cosi nemmeno la sorte regala qualche emozione, una fortuna assente per Conte ed i suoi.

E cosi l’Inter si arrende, cede il passo ed esce dal campo del Meazza leccandosi le ferite. La squadra nerazzurra saluta in malo modo l’Europa, consapevole che qualcosa di più di poteva e doveva fare.