UFFICIALE – Cinque sostituzioni più un bonus: le scelte dell’Ifab

sostituzione Manchester City
(Getty Images)

L’Ifab ha confermato in via ufficiale la proroga dei cinque cambi a disposizione dei club fino al 31 dicembre 2021 per le competizioni nazionali e al 31 luglio 2022 per quelle nazionali.

Si gioca tanto, forse troppo, quasi sempre ogni tre giorni con i campionati nazionali, le coppe europee, gli impegni per le Nazionali e la novità dei cinque cambi si è rivelata un’arma importante, fondamentale per provare a reggere lo stress del calcio ai tempi della pandemia.

Il Covid-19 continua a far danni e l’opera di vaccinazione sarà lunga prima di portare effetti concreti su vasta scala, quindi, almeno per qualche mese si dovrebbe andare avanti così, anche purtroppo con gli stadi vuoti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L’Ifab vara il 5+1: c’è anche il bonus per la commozione celebrale

L’Ifab ha deciso di approvare a partire da gennaio 2021 anche una sostituzione aggiuntiva in caso di sospetta o effettiva commozione cerebrale. In questo caso, il giocatore deve poter essere cambiato con un altro in panchina senza, quindi, che in nessun caso ci sia uno svantaggio numerico per la squadra in cui milita il calciatore colpito da tale trauma.

Tale scelta riduce la pressione sui medici sociali dei club e rappresenta un’indicazione applicabile a tutti i livelli del calcio, anche quello dilettantistico.

LEGGI ANCHE >>>Premier, clamoroso Vertonghen: in campo con una commozione celebrale

Ha fatto scalpore in tal senso il racconto del difensore belga Jan Vertonghen, ora in forza al Benfica, che ha rivelato di aver giocato per nove mesi con i sintomi di una commozione celebrale. Tutto ciò è avvenuto dopo uno scontro con Tony Alderweireld nella semifinale di Champions League contro l’Ajax, soltanto lo stop per il Covid-19 ha fatto in modo che si potesse riprendere pienamente.